Commenta

Pomì, assalto alla Coppa
Le rosa stasera
a San Casciano

pomì_ev

Un 3-0 netto, lo stesso score che la Pomì ha già ripetuto per ben 10 volte in campionato, un record. La Pallavolo Sigel Marsala non ha retto all’urto di Casalmaggiore e così il sestetto di Gianfranco Milano ha confermato tutte le proprie credenziali di vertice nella serie A2 femminile di volley, mantenendo il vantaggio di una lunghezza su Ornavasso, passato con autorità sul parquet di Montichiari, e lasciando invariato il distacco di due punti dalla capolista Novara.

Una corsa a tre che è andata delineandosi da novembre in poi e che con ogni probabilità accompagnerà le contendenti da qui alla fine del campionato. In tal senso alla Pomì servirà, nel girone di ritorno da poco cominciato, più freddezza proprio negli scontri diretti, dato che delle tre sconfitte subite dalle casalesi, ben due sono arrivate contro big al vertice della classifica, sempre al tie-break. Un peccato, comunque rimediabile, soprattutto tenendo conto della forza che sprigiona la rosa della Pomì: gli acquisti estivi hanno dato credito all’assalto alla massima serie, mancato soltanto in finale lo scorso anno, nel derby perso con Crema.

Heike Beier, teutonica potente e di classe, e soprattutto Lucia Bacchi, che finalmente gioca per Casalmaggiore dopo avere conquistato allori in giro per l’Italia, sono i punti di forza di una squadra che, con l’azzurra Vale Zago in attacco sfoggia il miglior pacchetto offensivo della categoria. Senza scordare Nardini, Repice, la regista Corna e il libero Gibertini. La Pomì Casalmaggiore Volley è, a livello sportivo, anche un esempio di sinergia territoriale: a causa dei problemi di capienza del palazzetto Baslenga, dai playoff del maggio scorso il team di Gianfranco Milano gioca le gare interne al pala Farina di Viadana. Tramontata l’ipotesi di un palazzetto nel comune di Casalmaggiore, così come non è parsa percorribile la soluzione temporanea di “coprire” le tribune in cemento della Baslenga con una gradinata più ripida e capiente di acciaio anodizzato.

Acqua passata: la Pomì a Viadana si trova bene, come ha dimostrato perdendo soltanto due partite interne in stagione. Ora il campionato si ferma per dare spazio alla Coppa Italia, trofeo con cui la Pomì ha flirtato spesso negli ultimi anni: l’ha vinto nel 2010 in B2 e l’ha perso in finale nel 2011 in B1. Stasera si gioca l’andata a San Casciano, anche per vendicare il ko subito in campionato; domenica la gara di ritorno al pala Farina. Vince chi ottiene più set nel computo totale. I caso di parità dopo i due match, si giocherà il golden set, che si chiude a 15 punti come un tie-break.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti