Commenta

Furti a Commessaggio
Spariti trattore
e attrezzi

trattore_ev

Una domanda alla quale reagisce in maniera lapidaria. ”Che cosa le hanno portato via?” “Tutto!” risponde, in estrema sintesi e con una specie di  rassegnazione, Angiolino Paglia, l’agricoltore di Commessaggio visitato nella notte tra martedì e mercoledì da una banda di ladri mentre sulla zona gravava una fitta nebbia.

“Sa cosa è una razzia? Ecco mi hanno fatto quella, mi hanno depredato di tutto” dichiara al cronista che gli chiede conferma della notizia circolata in paese. “Io non credevo che certa merce potesse interessare alla gente e invece adesso mi devo ricredere”. I malviventi sono entrati nella cascina dell’agricoltore che dista circa cinquecento metri dalla sua abitazione e che è priva di sistemi d’allarme proprio perchè non  si riteneva che qualcuno potesse entrarvi.

Invece dopo aver spaccato un grosso portone in legno hanno praticamente saccheggiato tutti gli attrezzi agricoli che vi teneva custoditi. Un carro botte,  la motosega, il decespugliatore, un soffione industriale, un tosaerba e per finire sei sedie da cucina. L’azienda agricola sorge in fregio alla ex statale Sabbionetana poco dopo il cimitero di Commessaggio.

Nelle vicinanze sorge anche l’Agriturismo “Il Merendero” di Massimo Ottoni che non è stato dispensato dalla visita. Qui i ladri hanno prelevato un trattore che è stato fatto procedere poi sino al cortile di Paglia dove arrivano infatti le tracce. In questo punto l’hanno fatto salire su un grosso veicolo utilizzato per caricare tutti gli attrezzi agricoli. Vi sono molte analogie con il colpo portato a segno l’altra notte nel deposito comunale di San Giovanni in Croce, dove sono spariti altri attrezzi agricoli oltre a 2500 litri di gasolio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti