Commenta

Pomì, che scivolone
Sala Consilina passa
al tie-break 3-2

pomi_ev

Sconfitta thrilling per la Pomì Casalmaggiore a Sala Consilina, in una trasferta molto insidiosa soprattutto dal punto di vista ambientale. La squadra di Gianfranco Milano è andata presto in difficoltà, perdendo il primo set per 25-19. Poi la reazione da grande squadra, con la vittoria nei successivi due parziali per 25-18 e 25-23. Proprio il successo nel terzo set sembrava spianare la strada alle rose, che soprattutto psicologicamente sembravano avere preso la carica. Non è stato così: il quarto set ha rimesso tutto in parità con Sala Consilina capace di imporsi nettamente per 25-15.

Decisivo a quel punto il tie-break: come già accaduto due volte in campionato (nei due big-match con Novara e Ornavasso e nonostante la grande esperienza che vanta la rosa della Pomì) la squadra di Casalmaggiore non è riuscito a mantenere i nervi saldi e, in un ambiente infuocato, ha lasciato per strada il set e un punto prezioso. Decisivo l’allungo finale delle locali fino al 15-13, dopo un mini-break Pomì sul 9-11 che aveva fatto sperare nel successo

Peccato anche per il successo pieno di Ornavasso (3-1 al San Vito), che così supera proprio le rosa a quota 39 (la Pomì va a 38). Soffre anche Novara, come da pronostico, a San Casciano: finisce anche lì al tie-break con le piemontesi che vincono 3-2 a si attestano a 41 punti in classifica. Per la Pomì il momentaneo sorpasso di Ornavasso potrebbe costare caro anche per la semifinale di Coppa Italia del 13 febbraio: a questo punti la gara di andata si giocherebbe infatti al PalaFarina, ossia in casa della peggio piazzato. Insomma, un’occasione persa, anche se la sfida a tre per la vetta resta più che mai aperta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti