Commenta

Il Rugby Viadana
mantiene la testa:
13-9 al Mogliano

viadana-campione_ev

Il Rugby Viadana resta in vetta al campionato di Eccellenza vincendo 13-9 contro un ostico Marchiol Mogliano.

I campioni d’inverno gialloneri giocano una gara molto accorta, con una difesa da applausi.

Il risultato è smosso dai calci, di Fenner per il Rugby Viadana e dell’ala di Mogliano Onori. Di fatto, è la meta di Cowan in chiusura di primo tempo a scavare il solco fra le sfidanti: la prima frazione si è chiusa sul risultato di 10-3 in favore dei gialloneri.

Dopo l’intervallo è l’equilibrio a farla da padrone. Il Mogliano prova a rifarsi sotto, riuscendovi solo per metà.

Man of the match, la terza linea giallonera Gonzalo Padrò.

In classifica, I Cavalieri Prato restano in scia vincendo in trasferta col San Donà (8-5). Ben più larghi i successi di Calvisano (41-23 a Roma con le Fiamme Oro) e Petrarca Padova (34-12 a Reggio).

Cronaca della partita

I primi dieci minuti vedono Viadana portarsi subito nella meta campo del Mogliano, ma non riescono a raccogliere punti. Al 12’ il XV veneto risponde bene giocando con i trequarti e arrivando a ridosso della linea di meta, ma la difesa respinge l’attacco con autorevolezza. Partita equilibrata in queste prime battute di gioco. Il Mogliano si rende pericoloso nel gioco rotto per l’abilità alla mano, contrattacchi sono sempre veloci, ma Viadana riesce ad organizzare la difesa e disinnescare le folate offensive degli avversari. Al 33’ si sblocca il risultato con Fenner dalla piazzola a cui risponde Onori dalla parte opposta che pareggia i conti. Al 38’ il terza centro del Mogliano, Steyn viene ammonito per un fuorigioco che interrompe un’opportunità importante dei gialloneri per andare in meta. In chiusura di tempo Viadana piazza la zampata vincente con il mediano di mischia neozelandese Scott Cowan. Trasforma Fenner e termina la prima frazione di gioco. Al rientro dagli spogliatoi rimane invariato il grande equilibrio tra i due schieramenti. Dopo 10 minuti Onori accorcia le distanze con un calcio piazzato ben indirizzato verso l’acca giallonera. Dopo cinque minuti Fenner rimette fieno in cascina con altri tre punti al piede. Viadana inizia ad intensificare la propria pressione con un grande lavoro in mischia. Da una di queste piattaforme, Pizarro trova un ottimo intervallo correndo sulla verticale e sviluppando l’azione a ridosso dei 22 avversari sulla propria sinistra verso Robertson, buone mani di Kaine per Fenner e set up nel canale dei cinque metri dove l’iniziativa rivierasca si esaurisce per un’infrazione ravvisata dall’arbitro Mancini. Sul contrattacco opportunità al piede per Onori che centra i pali. I minuti conclusivi del match vedono i gialloneri imprimere grande pressione stazionando con continuità nei 22 di Mogliano, ma ancora nulla di fatto per un’imprecisione in touche a pochi metri dalla linea di meta. Sul ribaltamento di fronte Viadana è chiamata a serrare la difesa. Mischia sui cinque metri: la spinta è forte, l’ingaggio è veemente con la mischia che si gira ed i padroni di casa che possono introdurre nella piattaforma successiva. L’ultima opportunità è per Mogliano che apre il gioco sulla destra, ma l’occasione svanisce e Viadana mantiene la testa della classifica.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti