Commenta

Viadana, ora anche l’Udc
attacca Penazzi
“Noi mai convocati”

ferreri-viadana_ev

Anche l’Udc di Viadana, per voce del suo capogruppo Domenico Ferreri, interviene sulla questione della crisi di maggioranza viadanese. “In questi giorni”, spiega Ferreri “ho avuto occasione di documentarmi dai comunicati pubblicati dal sindaco Penazzi e del capogruppo Paolo Zanazzi del Pd. La situazione attualmente è diventata veramente pesante”.

Ferreri conferma anche le parole di Zanazzi, che ha esternato il malcontento di buona parte della cittadinanza. “Mi dispiace che molti cittadini che mi fermano per  strada confermano e chiedono tutti la stessa cosa “quando andate a casa?”. Sinceramente quello che mi ha sorpreso è la posizione scelta dal Sindaco di non aver chiamato noi capigruppo di maggioranza per un confronto su questa situazione, alla quale si poteva trovare una linea di confronto”.

Un altro colpo inferto, insomma, alla leadership di Penazzi, che sin qui non aveva ancora subito attacchi da parte della componente Udc. “Qui il problema non riguarda solo il Pd, ma bensì tutta la maggioranza che è stata chiamata a vigilare e governare il nostro territorio” precisa Ferreri “. Purtroppo come già detto, le scelte che sono state effettuate nel comune di Viadana, non provengono da questa maggioranza. Sinceramente sono stanco di questa situazione che porta malessere ai cittadini, ma soprattutto sono stanco di una politica assente. Se il sindaco aveva intenzioni serie, allora doveva convocare una riunione urgente con i suoi capigruppo e spiegarci tutte le sue motivazioni, invece ha preferito utilizzare la stampa, accusando solo una parte del Pd senza tenere presente che in maggioranza esistono anche Udc e Lista Penazzi. È ora che vengano  rispettati tutti i componenti che hanno dato la possibilità al signor Penazzi di fare il sindaco e non solo una parte di suo piacimento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti