Commenta

Santanchè nel casalasco:
“Meglio bunga bunga
di banca banca”

santanche_ev

Nelle foto, l’arrivo e la conferenza di Daniela Santanchè a Casalmaggiore

 

“Credete a me, è meglio il Bunga bunga che il Banca banca!”. Questo uno dei passaggi d’effetto di Daniela Santanchè, capolista Pdl alla Camera dei Deputati nella circoscrizione Lombardia 3, durante il breve ma appassionato intervento di ieri sera in Santa Chiara, successivo all’incontro tenutosi nel tardo pomeriggio a Piadena.

La parlamentare, con giacchino color pistacchio e sciarpa grigia, ha difeso con ardore e determinazione il leader Silvio Berlusconi elogiandone le qualità e ricordando che la sua predisposizione nei confronti del sesso femminile dipendeva dall’atteggiamento di compiacimento e disponibilità “di noi donne” .

“Un giorno ho voluto portare mia nipote, ostile a Berlusconi, e le sue amiche a pranzo ad Arcore. Ebbene alla fine tutte se lo sarebbero volute sposare!”.

Santanchè, con un eloquio pacato e rilassato, lontano dai toni strillati delle trasmissioni televisive ha ricordato che l’Italia aveva cominciato ad impantanarsi con l’adozione dell’euro e che il paese era stato poi affondato dai Pm e dalle Procure.

Ringraziando poi la trentina di presenti giunti ad ascoltarla, ha esortato il pubblico ad adottare gli indecisi convincendoli ad andare a votare “per scongiurare il pericolo Grillo e il Pd, il cui sorpasso è ormai questione di pochi metri”.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti