Commenta

M5S, niente Camera
per Alberto Borelli:
beffato dal Porcellum

borelli

Nella foto, Alberto Borelli con Beppe Grillo

 

A conti fatti, il comprensorio casalasco-viadanese verrà rappresentato a Roma da soli due esponenti politici: Luciano Pizzetti del Pd avrà uno scranno a Palazzo Madama, Giovanni Fava della Lega Nord siederà nell’emiciclo di Montecitorio.

Il primo è di Ca’ d’Andrea, ai confini del casalasco, ma da sempre attivo a Cremona. Il secondo è di Viadana. Per Pizzetti le elezioni hanno portato ad una sostanziale promozione: l’onorevole passerà dalla Camera al Senato. Per Fava il voto è significato la conferma del posto in Parlamento.

Proprio dal comune del parlamentare leghista poteva partire il viaggio verso Roma di Alberto Borelli, terzo nella lista per la Camera del Movimento 5 Stelle nella circoscrizione Lombardia 3. Numeri alla mano, una circoscrizione che ha portato ai “grillini” 191.193 voti, pari al 21,20%. Una fetta di elettorato che, in un primo momento, pareva consegnare a Borelli la possibilità di diventare parlamentare della prossima legislatura. Invece, notizia di stamattina, al M5S è stato assegnato solo un seggio per la circoscrizione Lombardia 3. Essendo il 28enne viadanese terzo in lista, è così sfumato il suo approdo alla Camera dei Deputati.

“Purtroppo sono fuori”: spiega rammaricato Alberto Borelli. “Il gioco dei calcoli elettorali, fatto di resti e conteggi complessi, come certificato dal Ministero dell’Interno ha assegnato solo due seggi al Movimento 5 Stelle che supera il venti per cento di voti, mentre ne ha riconosciuto uno a Sinistra Ecologia e Libertà che ha ottenuto esattamente un decimo dei nostri voti. Questo è il Porcellum. Ma vi assicuro che il Movimento è già all’opera per proporre una nuova legge elettorale. Non siamo solo combattenti da trincea, da banchetto”.

Resta il fatto di aver ottenuto come partito un successo eclatante: “Moralmente è una vittoria. Mi aspettavo di raggiungere il 18% a Viadana ed il 20% a livello nazionale. Ma sfiorare il 25% a Viadana significa avere ottenuto i voti di un viadanese su quattro. anche per questo, pur non essendo stato eletto, gioisco con tutti quelli che hanno votato Movimento”. “Potendo fare un paragone, mi sento come il protagonista del primo Rocky, sconfitto sul ring ma fra la gente che esulta”.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti