Commenta

L’ottimismo di Penazzi
“Ora ho i nomi nuovi
e ho apprezzato Pavesi”

pavesi-penazzi_ev

Il sindaco Giorgio Penazzi manifesta un po’ più di ottimismo dopo il confronto interno al Pd locale dello scorso lunedì. “Anzitutto” spiega il primo cittadino “ho finalmente ottenuto i nomi dai quali scegliere il nuovo assessore alle Pari Opportunità e il nuovo presidente della Stu: per quanto riguarda il primo ruolo dovrò “pescare” tra Marilena Flisi, Elisabetta Frizzelli e Sara Viscusi; per il secondo invece tra Lidia Culpo, Marco Minghetti ed Enghel Anselmi. La mia richiesta è stata esaudita e, dopo avere ricevuto la lettera attesa, da stasera inizierò i colloqui per capire con chi potrò collaborare. Intendo scegliere in tempi brevissimi, già all’inizio della prossima settimana, perché a Viadana c’è da lavorare”.

Parliamoci chiaro, il mandato di Penazzi è ancora a rischio? “Io non posso garantire in un senso o nell’altro. Il rischio di andare a casa prima c’è stato e c’è ancora, ma in questo momento la speranza deve essere rivolta, per il bene di Viadana, ad un proseguimento del mandato amministrativo. In tal senso ho apprezzato le parole dell’ex sindaco Giovanni Pavesi, che più o meno direttamente, ha sostenuto il mio mandato. Quello che però va fatto, prima di tutto, è ricompattare il Pd: ovviamente io, non essendo iscritto, non metto il naso in questioni che non mi riguardano in prima persona, ma so che per il bene comune queste discussioni vanno affrontate e risolte. Senza rinvii: gli esponenti del Pd di Viadana devono guardarsi in faccia e sciogliere il nodo”.

Anche perché il seguito dell’ultima riunione è stato buono. “Una settantina di persone e anche una trasmissione in streaming dell’evento, da quanto ho saputo. Quel che è significativo è l’intenzione chiara di andare avanti con questa amministrazione, emersa dalla maggioranza. In tal senso però, per andare avanti, vanno risolti i problemi interni. Non vorrei che a intervalli queste discrepanze creassero nuove crepe durante il mandato amministrativo. Sarebbe davvero deleterio”.

Pende poi il dubbio di legittimità sulla scelta di Dino Bellini come coordinatore pro tempore del Pd Viadana. “Il 23 avranno un’altra assemblea ufficiale: sono certo che sceglieranno la soluzione migliore. Io resto in attesa”.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti