Commenta

Caritas e BCC rinnovano
il “Microcredito” per le
persone in difficoltà

caritsa-ev

Nella foto, don Antonio Pezzetti e Antonio Davò


Un’importante convenzione tra la Caritas diocesana e la Banca Cremonese è stata rinnovata in questi giorni. L’iniziativa si chiama “Microcredito” e vuole rappresentare un’iniezione di fiducia verso le persone in difficoltà alle prese con piccoli quotidiani problemi economici.

Considerando che durante le precedenti esperienze il tasso di insolvenza aveva toccato solamente l’1,70% gli enti interessati hanno deciso di rinnovare tale azione di fiducia anche perchè la crisi che attanaglia il Paese continua a porre le famiglie in situazioni critiche.

Fin’ora i prestiti erogati hanno raggiunto la cifra di 70 mila euro assegnati a 45 richiedenti. Tra i casi più emblematici una coppia di anziani con la signora costretta sulla sedia a rotelle per l’insorgere di una malattia e che non poteva sostenere le spese di trasloco per il trasferimento in un appartamento privo di barriere architettoniche.

Oppure una giovane donna con un passato difficile e un periodo in comunità alle spalle, ritenuta pronta per tornare a vivere autonomamente. Con il prestito ricevuto anche lei potrà affrontare le spese grazie a Caritas e Banca Cremonese.

Davvero un’iniziativa ammirevole che va a sostegno di chi ha perso il lavoro ed è in difficoltà per pagare le spese di ogni giorno e le utenze domestiche.

Il proseguimento del prestito fiduciario è stato riconfermato attraverso l’accordo e una stretta di mano (vedi foto) tra il responsabile della Banca Cremoense Antonio Davò e il direttore della Caritas don Antonio Pezzetti.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti