Commenta

Bar Stazione, “funerale”
tra amici. Saluta
un pezzo di storia

bar-stazione_ev

Ha chiuso come aveva promesso, con un funerale festoso. Con tanto di manifesto funebre molto significativo: “Ne danno il triste annuncio i clienti”. Il Bar della Stazione chiude, lo fa dopo più di cento anni, sebbene la data sul necrologio riporti esclusivamente (come giusto che sia) gli anni della gestione della famiglia Torresani (1980-2013). Trentatre stagioni, quasi un record. Di sicuro la gestione più longeva di Casalmaggiore, se escludiamo il Bar Centrale di piazza Garibaldi, praticamente da sempre gestito dalla famiglia Frassanito.

Un saluto tra lambrusco e buffet, circondati dai modellini di Ferrari e Ducati che, oltre a rivelare le due grandi passioni in rosso del proprietario Valentino Torresani, hanno da sempre caratterizzato l’ambiente interno del locale. Tanti i clienti passati questa mattina per un bicchiere di rosso, una birra o un assaggio. O anche semplicemente per un caffè, quasi certamente lo sfizio più richiesto in questi 33 anni da chi, anche prima di partire in treno, si è preso un piacere di qualche secondo.

Da stasera dunque le serrande del Bar Stazione resteranno abbassate: era accaduto nel 1975, per cinque anni, prima dell’avvento proprio dei Torresani. L’impressione però è che questa volta passerà molto più tempo prima di una eventuale riapertura, anche perché il degrado della zona si percepisce sensibilmente, per una stazione ferroviaria che ha perso anni fa anche la biglietteria.

Torresani riaprirà un nuovo bar nel nuovo complesso sorto in via Matteotti, vicino all’ex zuccherificio, vicino ai nuovi poliambulatori: lo farà, in grande stile, a metà di aprile (la data è da definire, ma si parla del 13) con un locale molto più grande. Cento metri quadrati, contro i quaranta del Bar Stazione. “Ma non cambieremo” promette Torresani “le nostre passioni e molti di questi modellini saranno ancora esposti, magari solo in modo un po’ diverso e selezionato”.

Un locale che avrà un marchio importante: se la famiglia Torresani prenderà infatti in gestione il bar, il proprietario sarà Franco Acerbis, titolare dell’azienda leader nella produzione di materiale sportivo e motoristico, che dovrebbe presenziare all’inaugurazione. Una continuità ideale, anche se del Bar Stazione resterà soltanto un ricordo nostalgico…

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti