Un commento

Martignana, consiglio
Junior: dai piccoli
proposte ai grandi

http://www.youtube.com/watch?v=sah11GqR4ww

Una simpatica iniziativa, non soltanto formale, ma anche con contenuti concreti: senza paroloni, ma con qualche dritta su come migliorare la vita del paese. La politica vista con gli occhi dei bambini, della IV elementare di Martignana di Po per la precisione.

L’incontro, il secondo in totale presso la sala consiliare del piccolo comune casalasco, ma il primo pienamente operativo, arriva al termine di un percorso di formazione civica denominato “L’apprendista cittadino” che gli studenti della classe in questione hanno seguito grazie all’insegnante Ilaria Placchi. Un progetto volto a promuovere un senso di cittadinanza attiva, sin dalla più giovane età.

E i ragazzi della IV elementare si sono organizzati, eccome. Hanno eletto tra di loro sindaco, vicesindaco e assessori e, con tanto di fascia tricolore autoprodotta per il primo cittadino Junior (così l’hanno chiamato), hanno poi discusso le loro proposte all’interno della sala consiliare, all’attenzione del sindaco (lui sì, over) Alessandro Gozzi e del suo vice Simone Miceli.

Questi i nomi, con relative cariche, dei partecipanti: Alessandra Belluti ha avuto l’onore di indossare la fascia da sindaco e ha letto il giuramento davanti ai compagni, mentre sua vice è stata eletta Giulia Cacciani. Come Assessori sono stati nominati Juri Kashta (Sport e Tempo Libero), Antonio Rizzuto e Andrea Garavaldi (Ambiente), Alessio Boni e Simone Dondi (Scuola e Cultura), mentre i consiglieri sono Asia Sala, Leonardo D’Angelo e Kevin Kankam.

I ragazzi hanno letto la loro lista dei desideri “Voci di bambini… Insieme di cresce” e hanno espresso la speranza di poter usufruire di materiale rinnovato a scuola e il sogno è una Lim, una lavagna interrativa multimediale. Inoltre hanno evidenziato che, qualora il comune debba cambiare un pc, una stampante, un mouse o una tastiera, se questi oggetti dovessero essere ancora funzionanti, per la scuola sarebbero doni graditi. Importante anche la sottolineatura riguardo la pulizia degli ambienti scolastici, cercando di venire incontro al prezioso lavoro di insegnanti e collaboratori scolastici, che da anni si battono per inculcare queste regole. Infine l’attenzione s’è spostata sulla giornata sportiva programmata per fine anno scolastico con genitori, insegnanti e associazioni di volontariato, che i ragazzi hanno denominato “Amici senza frontiere!”, titolo che vuole essere la massima espressione dell’amicizia nello sport.

Giovanni Gardani

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • dina

    Ho apprezzato molto l’iniziativa denominata “L’apprendista cittadino”, poichè è molto importante iniziare sin da piccoli a conoscere, apprezzare e riflettere su problematiche sociali, per avere poi in futuro gli strumenti giusti per una critica costruttiva e una consapevolezza autentica. Lavoro ben fatto, complimenti a tutti i “piccoli” partecipanti e agli addetti ai lavori, sia del Comune che della scuola.