Commenta

Il Rugby Viadana
prenota un posto
nei playoff scudetto

rugby-ev

Foto Andrea Jack Duke – Gilberto Pavan in meta contro I Cavalieri.

Il Rugby Viadana centra il secondo obiettivo stagionale, dopo la conquista del Trofeo Eccellenza, prenotando un posto nei playoff scudetto al termine di una gara palpitante contro Prato, vinta all’ultimo minuto con un calcio piazzato di Fenner.

Viadana, Stadio “Luigi Zaffanella” – domenica, 14 aprile 2012
Campionato Eccellenza, XIX giornata

RUGBY VIADANA v ESTRA I CAVALIERI PRATO: 26-24 (17-8)
Marcatori: p.t. 6’ m. G. Pavan tr Apperley, 9’ m. Bernini, 20’ m. Padrò tr Apperley, 24’ cp Apperley, 35’ cp Frati s.t. 15’ cp Apperley, 21’ m. Majstorovic, 28’ cp Patelli, 32’ cp Patelli, 35’ cp Fenner, 39’ m. Siale, 44’ cp Fenner

Rugby Viadana: Robertson, Sintich (30’ st Fenner), G. Pavan, Pizarro, R. Pavan; Apperley, Bronzini; Padrò, Barbieri, Pelizzari (31’ st Pascu); Fondse (40’ st Moreschi), Van Jaarsveld; Gilding, Santamaria (cap) (40’ st Denti), Cenedese (13’ st Cagna).

all. Phillips
I Cavalieri Prato: Sepe; Siale. Majstorovic, McCann, Ngawini; Vezzosi, Frati (8’ st. Patelli); Bernini (36’ st Del Nevo), Saccardo, Ruffolo; Tautua (34’ st Boggiani), Cavalieri; Garfagnoli (23’ st Borsi), Giovanchelli (cap), Roan.

all. De Rossi e Frati

arb. Mitrea (Treviso)
g.d.l. Liperini e Favaro
Cartellini: s.t.: 7’ Ruffolo (giallo), 17’ R. Pavan (giallo)

Man of the match: Andrea Barbieri (Rugby Viadana)
Calciatori: Apperley 4/5, drop 0/1, Fenner 2/2 (Rugby Viadana); Frati 4/1, Patelli 2/4 (Prato).
Note: giornata primaverile, campo in buone condizioni. 1.300 spettatori circa.
Punti conquistati in classifica: Rugby Viadana 4; I Cavalieri Prato 1.

Buon inizio di gara del Viadana che contrattacca con i trequarti al 4’, una splendida azione che chiama in causa la cavalleria con ottime trasmissioni, ma con i toscani bravi a chiudere le porte in difesa. Al 6’ la pressione di Viadana è premiata da Gilberto Pavan che mette la firma sulla prima meta della partita. Apperley trasforma. Alla prima offensiva toscana Prato va a bersaglio con Bernini (tra i migliori in campo), ma Frati è impreciso al piede ed i gialloneri si mantengono in leggero vantaggio. In questa fase Viadana anticipa due volte l’ingaggio in mischia e Prato sembra più presente nei punti d’incontro con Frati molto abile a gestire le ripartenza da fasi statiche, ma meno preciso dalla piazzola come 17’ quando spedisce fuori dall’acca viadanese un penalty leggermente defilato sulla parte sinistra del campo. Allo scoccare del 20’ il match prende quota con la splendida marcatura di Padrò al dodicesimo sigillo stagionale dopo un bel calcetto di Apperley che va oltre la linea difensiva toscana, il terza centro è rapido e schiaccia in meta. Viadana trova la quadra in mischia e cresce anche nella gestione del breakdown con Apperley che centra i pali dalla piazzola e permette ai padroni di casa di allungare sul 17 a 5. Prato non molla la presa e le trasmissioni sono sempre precise e veloci, mentre la difesa imbastita da coach Phillips riesce a chiudere bene gli spazi tra le proprie maglie e disinnescare gli attacchi toscani che però fruttano tre punti al piede con Frati al 35’. La partita è vibrante e la prima frazione di gioco si chiude con una grande occasione per i gialloneri per marcare, ancora una volta i trequarti strutturano bene la rete di trasmissioni, ma “l’architettura” viadanese non si completa per la difesa disperata degli avversari che impediscono a Riccardo Pavan di schiacciare oltre la linea. Dopo l’intervallo c’è subito l’opportunità per i toscani per tornare sotto il break, ma Frati fallisce un facile penalty. Stessa sorte sul fronte opposto per Apperley che va largo rispetto ai pali toscani.  Al ’55, con i gialloneri in superiorità numerica, Apperley spedisce un altro calcio in mezzo ai pali e Viadana allunga ancora.  La situazione di inferiorità numerica si inverte per il cartellino giallo sventolato a Riccardo Pavan per avanti volontario molto severo e Viadana subisce la meta di Majstorovic (da valutare il doppio movimento del centro ex Viadana) non trasformata e qualche minuto più tardi Patelli va in mezzo ai pali con un preciso calcio di punizione. I dieci minuti conclusivi alzano l’adrenalina degli appassionati presenti allo Zaffanella e Prato si prende al tre punti al piede sempre con Patelli. A questo punto i padroni di casa sono avanti di una lunghezza sui toscani che mettono la freccia con la meta di Siale, marcatura che andava annullata perché il trequarti di Prato prima di schiacciare l’ovale oltre la linea di meta toccava la linea dell’out con l’anca. Patelli fallisce la trasformazione, ma Prato scavalca i gialloneri di un punto con ancora gli ultimi istanti del tempo di recupero da giocare. Viadana è ferito, ma alza la testa in modo fiero e quando ruggisce il pallone calciato da Fenner dalla piazzola termina la propria parabola oltre l’acca toscana dopo aver centrato i pali. Come una liberazione si eleva l’urlo dei tifosi viadanesi pronti a dare il là alla festa per sottolineare il ritorno in Europa.

Rowland Phillips: “Sono felice per la vittoria e per la conquista di un posto in Europa per l’anno prossimo,  è stato un finale estenuante da vivere fino all’ultimo respiro della sfida. Una liberazione. Complimenti a Prato perché ha giocato una grande partita sviluppando molto bene il gioco al largo. Noi ci aspettavamo una squadra temibile sotto questo punto di vista e loro hanno confermato le nostre sensazioni. Per quel che ci riguarda quando riusciamo a giocare con possessi puliti, creiamo molte opportunità per marcare, ho grande fiducia nel nostro attacco. Ora nel mirino abbiamo certamente la sfida con Calvisano, ma dobbiamo dare il giusto valore a questa vittoria importante in termini di punti e per come è maturata”.

Sfida che sembrava sotto controllo per i gialloneri durante la prima frazione di gioco, ma nel secondo tempo Prato alza la testa sfruttando al meglio la superiorità numerica per il giallo a Riccardo Pavan. “L’imperativo di oggi era vincere – sottolinea Marco Pelizzari, flanker di Viadana ed ex Prato – soprattutto dopo la sconfitta di Rovigo che è stata per noi una sorta di sveglia. In settimana l’abbiamo preparata insieme allo staff con grande cura perché eravamo ben consci delle difficoltà di questa sfida. Prato ha una coppia di centri molto forte ed alcune individualità importanti, ma noi abbiamo difeso bene e trovato buone soluzioni in attacco. Adesso pensiamo allo scontro diretto con Calvisano, un vero testa a testa”.

Alessandro Soragna

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

© Riproduzione riservata
Commenti