Commenta

Basket under 13
storico assalto
ai regionali per l’E’ Più

under13_ev

Una piccola squadra verso una grande impresa: vada come vada nel prossimo weekend, l’E’ Più Casalmaggiore under 13 ha comunque già scritto una pagina storica della pallacanestro locale.

Mai nessun team giovanile della società nata nel comune casalese nel 1986 (ma già da qualche anno erano attivi corsi di formazione al mini basket nelle scuole) si era spinto tanto oltre: tra venerdì e domenica prossimi, infatti, l’under 13 biancoblu si giocherà il titolo regionale.

Ma andiamo con ordine. E’ il responsabile Massimo Zerbini a raccontare l’epopea della stagione ancora in corso: “Sapevamo che questa nostra under 13 era davvero molto attrezzata e sapevamo che in campionato provinciale avrebbe vinto con una certa facilità. Per questo abbiamo iscritto la squadra a due campionati, uno di under 13 appunto e uno di under 14, contro ragazzi più forti fisicamente. Riteniamo infatti che sia educativo anche imparare a perdere. Il bello è che nell’under 13 abbiamo vinto, come da pronostico, mentre nell’under 14 abbiamo comunque sfiorato la finale”.

Poi il concentramento regionale: per ogni area Fip provinciale si qualificavano due squadre, la vincente e la seconda, ovvero Casalmaggiore e San Pio per il girone dove erano inseriti i casalesi. “La regione” spiega Zerbini “viene divisa in quattro macro-aree e le quattro vincenti si affrontano infine in un girone all’italiana. Chi fa più punti è campione regionale e l’anno prossimo può iscriversi al campionato under 13 Elite”.

Casalmaggiore, allenato da Teresa Di Cecchi e Fabrizio Bini, ha superato sabato scorso il Cus Brescia in semifinale e poi in finale la Pallacanestro Milano, qualificandosi così per la cosiddetta finale four. Che inizia, appunto, nel prossimo weekend. “Ma il bello del nostro progetto” precisa Zerbini “è che unisce due gruppi di ragazzi, uno di Casalmaggiore e uno di Gussola. Lo scorso anno lo stesso gruppo (che vinse i provinciali ma si arenò al concentramento regionale, ndr) era sotto l’egida di Gussola, oggi, per la regola dell’alternanza, si chiama invece Casalmaggiore: ma si tratta dello stesso team”.

Che venerdì inizia la scalata al sogno: si gioca a Origgio contro la Robur Saronno, poi sabato e domenica a Saronno contro Forti Liberi Monza e contro la San Maurense Pavia (da definire i giorni: il sabato si incrociano le vincenti dei primi match con le due perdenti, la domenica si giocano i restanti incroci). Tutti contro tutti, all’italiana, e chi fa più punti vince. Per diventare… No, questo non lo diciamo. Anche la scaramanzia vuole la sua parte.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti