Commenta

Niente finale per
il Rugby Viadana: passa
il Mogliano Veneto

maglia-sidiki-ev

Nella foto, la maglia di Sidiki Conde sul manto erboso dello stadio Zaffanella

Il drop corto di Apperley al 42′ del secondo tempo mette la parola fine sul sogno di Viadana di accedere alla finale scudetto di Eccellenza.

Il 13-6 conclusivo in favore dei gialloneri, nella gara di ritorno disputata allo Zaffanella, non basta ai gialloneri per ribaltare il 18-8 subito al “Quaggia” di Mogliano Veneto.

Alla finale scudetto di Eccellenza va il Marchiol, per la prima volta nella sua storia. Sfiderà la vincente di Calvisano-Prato.

Prima del fischio d’inizio della sfida dello Zaffanella, il Rugby Viadana ha ricordato il tredicenne Sidiki Conde, scomparso in seguito ad un malore martedì scorso.

 

Viadana, Stadio “Luigi Zaffanella” – sabato 18 maggio 2013
Campionato Eccellenza, semifinale ritorno

RUGBY VIADANA v MARCHIOL MOGLIANO: 13-6 (10-3)
Marcatori: p.t. 37’ m. Padrò tr Fenner, 42’ cp Nathan, 48’ cp Fenner; s.t. 26’ cp Fenner, 29’ cp Fadalti

Rugby Viadana: Fenner; Robertson, G. Pavan, Pizarro, Albano; Apperley, Cowan (38’ st Bronzini); Padrò, Barbieri, Pascu; Monfrino, Van Jaarsveld; Gilding, Santamaria (cap), Cenedese.

all. Phillips
Mogliano: Galon; Onori (25’ pt Meggetto, 45’ pt Onori), E. Ceccato, Nathan, Fadalti; Rodriguez, Lucchese; Swanepoel, E. Candiago (cap), Barbini; Bocchi (3’ st Maso, 10’ st Bocchi, 15’ st Maso), Pavanello; A. Ceccato, Gianesini, Costa Repetto.

all. Casellato/Properzi

arb. Pennè (Milano)
g.d.l. Roscini e Sorrentino
Cartellini: p.t.: 18’ E. Candiago (Mogliano), 25’ Costa Repetto (Mogliano), 35’ Meggetto (Mogliano)

Man of the match: Nathan (Mogliano)
Calciatori: Fenner 3/4,   (Rugby Viadana); Fadalti 1/3, Nathan 1/2, drop 0/1 (Mogliano).
Note: Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio per la prematura scomparsa di Sidiki Conde, giovane atleta dell’Under 14 del Viadana;  campo in perfette condizioni. 2400 spettatori circa. Mogliano si qualifica per la finale.
Punti conquistati in classifica: Rugby Viadana 4; Marchiol Mogliano 1.

E’ la vittoria più amara della stagione quella maturata oggi dai gialloneri contro il Marchiol Mogliano. I veneti si prendono le chiavi che schiudono le porte verso la finale al termine di un doppio confronto molto equilibrato e ad alta tensione; a Viadana il risultato è di 13 a 6 per i gialloneri, a soli tre punti dai festeggiamenti. La partita è iniziata nel segno della commozione, ricordando il giovane Sidiki Conde, atleta dell’Under 14 giallonera  prematuramente scomparso.

Al quarto minuto si presenta la prima possibilità per Mogliano per smuovere lo score, ma il calcio piazzato dalla lunga distanza ad opera del centro Nathan è corto. Passano due minuti e dalla piazzola si ripresentano i biancoblu, questa volta con Fadalti che da posizione centrale pecca di precisione. Dal 9 minuto Viadana inizia a premere con grande continuità, ma il forcing non viene concretizzato in termini di punti.  Viadana preme con grande veemenza e Mogliano è costretta al fallo ripetuto fino al 15’, quando l’arbitro Pennè richiede il TMO e non convalida la marcatura, ma sventola il cartellino giallo a Candiago, il capitano dei veneti. Al 21’ la lotta è ancora lì davanti e Viadana impone la propria forza in mischia chiusa costringendo il pack veneto a più infrazioni che costano un altro cartellino giallo al Mogliano, al pilone Costa Repetto. Fino alla mezz’ora il gioco si è sviluppato interamente nell’area dei 22 veneti con molte occasione per i gialleneri per varcare la linea come al 32’ con Barbieri che si invola in area di meta, ma l’arbitro Pennè ferma il gioco per un passaggio in avanti. L’appuntamento con la marcatura è solo rinviato con Padrò che premia il lungo e duro lavoro del XV giallonero fatto di numerosi pick and go e conclusosi con il sigillo del terza centro della formazione viadanese. Trasforma Fenner. Sul fronte opposto Mogliano centra i pali su penalty con Nathan imitato subito dopo da Fenner che chiude la prima frazione di gioco sul 10-3. Il secondo tempo inizia con Mogliano che prova ad imprimere più velocità alle proprie trasmissioni per sollecitare i meccanismi difensivi dei gialloneri che stringono bene le maglie non concedendo spazi ai trequarti veneti. L’inizio a spron battuto degli ospiti dura poco perché Viadana ritrova l’abbrivio per rigettarsi nella metà campo avversaria senza però riuscire ad aumentare il proprio punteggio. Sul fronte opposto si ripresenta dalla piazzola Fadalti che non centra i pali da posizione agevole. Miglior sorte capita sul destro di Fenner che centra l’acca e porta il risultato sul 13-3. La partita vive di spunti e di fiammate improvvise ed in una di queste situazioni, a Fadalti si presenta un’altra opportunità per rimpinguare il bottino veneto con un facile calcio piazzato che va a punti. Il match si trascina senza troppe emozioni fino al recupero di sei minuti con Fenner che può disporre di unpenalty dalla distanza, ma questa volta l’estremo inglese non è preciso. Quando  tutto sembra volgere al termine Viadana costruisce un’altra opportunità, raschia terreno con gli avanti e centimetro dopo centimetro crea la piattaforma per Apperley che in posizione azzerata prova un drop non semplice. Si alza l’urlo dei tifosi, ma sono quelli del Mogliano a festeggiare, mentre per Viadana trova poco spazio in mezzo alla delusione la consapevolezza di aver condotto una stagione sportiva di grande spessore. Lo Zaffanella esce inviolato al termine della lunga stagione, ma i gialloneri abbandonano per questa stagione  i sogni da scudetto .

Alessandro Soragna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti