Commenta

Il 7 settembre la terza
discesa sul Po
onorando Chiarini

chiarini_ev

“In memoria di mio padre, certo, ma soprattutto per noi, perché dobbiamo riappropriarci del fiume Po, una ricchezza che pure noi rivieraschi conosciamo molto poco”. Così parlò Damiano Chiarini, il figlio di Umberto, che ieri ha messo le basi, in un incontro pubblico assieme ai componenti del gruppo Persona Ambiente, per la terza discesa sul Po in memoria dell’ambientalista scomparso nel giugno 2011.

L’idea di massima è di organizzare la discesa per sabato 7 settembre, ma tutto verrà valutato il prossimo 29 giugno, in un nuovo incontro, molto più definitivo, che coinvolgerà anche i sindaci del territorio. Non solo per un patrocinio, ma per un impegno concreto: che potrebbe passare, ad esempio, dalla capacità di rilevare periodicamente il livello di inquinamento dell’acqua del fiume, per provare a migliorare la situazione.

“Non possiamo ufficializzare ancora nulla” spiega Chiarini “ma la speranza è di avere una partecipazione massiccia non solo della popolazione, delle canottieri Eridanea e Amici del Po, ma anche delle stesse amministrazioni. Non mancheranno testimonial esterni come l’alpinista mantovano (di Asola) Fausto De Stefani, mentre siamo in contatto con Salvatore Settis e con Paolo Rumiz, che quest’anno farà il possibile per non mancare”.

Le novità di quest’anno saranno spalmate su attività che non si esauriranno in una sola mattinata, ma saranno espresse in un giorno e mezzo di lavori. Venerdì sera spazio all’incontro culturale, con le principali tematiche ambientali legate al Po, e non solo, analizzate grazie al lavoro di esperti in materia, con ogni probabilità agli Amici del Po di Casalmaggiore; sabato mattina, invece, la vera e propria discesa in onore di Umberto Chiarini, partendo da Casalmaggiore per approdare a Viadana, momento fortemente simbolico. Lì si terrà il pranzo, all’osteria da Bortolino o al vicino Ostello, anche se per questo dettaglio manca ancora l’ok del comune, che sarà contattato nelle prossime ore.

Sabato pomeriggio, dopo pranzo, si terrà invece la premiazione dei migliori progetti a sfondo ambientale organizzati all’interno del bando dedicato a Umberto Chiarini. Ma il momento della premiazione sarà contornato da balli, musiche e rappresentazioni teatrali. “Tutto è ancora da definire” spiega Damiano “ma in linea di massima l’ossatura del programma dovrebbe essere questa”.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti