Commenta

Viadana, l’Udc adesso
ha due capigruppo
in consiglio comunale

ferreri-conte_ev

Non è una scelta alla “Ponzio Pilato” quella adottata da Gabriele Oselini che lascia immutata la presenza di due capigruppo Udc seduti  uno a fianco dell’altro in aula consiliare.

Il presidente del Consiglio Comunale semplicemente spiega che, pur essendo una emanazione diretta dei rispettivi partiti, i gruppi consiliari godono di una propria autonomia anche perchè non hanno vincolo di mandato. Citando l’articolo 12 del regolamento, Oselini spiega quindi che l’espulsione di un consiliere dal partito, come comunicato dal segretario provinciale Bottani a Ferreri, non comporta automaticamente l’espulsione dello stesso dal gruppo di appartenenza.

Non potendo neppure emanare un provvedimento di carattere disciplinare un presidente del Consiglio non ha neppure poteri d’intervento in relazione alla composizione dei gruppi consiliari: Oselini prosegue nella sua comunicazione con l’auspicio che siano gli stessi gruppi a dotarsi di regole per risolvere simili situazioni, essendo innegabili i riflessi e le conseguenze negative delle vicende dei partiti sui loro gruppi medesimi.

E così i capigruppo di Udc a Viadana per ora restano due: Nicola Conte e Domenico Ferreri lasciando scontenti entrambi e in particolar modo il secondo. Vicenda che crea una situazione inedita  difficilmente riscontrabile in altri consessi politici.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti