Commenta

Casalmaggiore, si è
spento Maurizio Araldi
Vasto cordoglio

maurizio-araldi-ev

Casalmaggiore piange Maurizio Araldi. Il classe 1947 si è spento a causa di un male incurabile. La notizia, trapelata in città nella mattinata di lunedì, ha da subito riscosso un vasto cordoglio.

Maurizio Araldi era presidente della Cooperativa Gardenia che per anni ha dato lavoro a persone disagiate del casalasco. E’ stato anche tra i promotori dell’esperienza degli orti sociali gestiti dal Concass a Casalmaggiore e Scandolara Ravara. Fratello dell’ex sindaco, ora consigliere provinciale Massimo Araldi, Maurizio aveva lavorato presso la filiale casalese della Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza.

Molto noto in particolare per il suo impegno nel sociale, l’uomo lascia la moglie Liliana, infermiera all’ospedale Oglio Po, i figli Anna e Matteo (quest’ultimo proseguirà l’attività del padre con la Cooperativa Gardenia), il fratello Massimo e la sorella Graziella. Qualche anno fa si era spenta l’altra sorella Fauzia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti