Commenta

Intervengono i VVFF
e la trovano esanime:
morta Angela Bernazzali

angela

E’ morta cullata dalla propria sedia a dondolo Angela Bernazzali, molto nota in città a Casalmaggiore, spirata all’età di 83 anni.

Nel primo pomeriggio di mercoledì i vigili del fuoco, oltre ad un’ambulanza e ad un’auto medica (poi sono sopraggiunti anche i carabinieri di Casalmaggiore) hanno operato vicino all’abitazione di via Porzio 44. La donna, infatti, che negli ultimi tempi usciva di casa raramente, non aveva dato segni di vita quando il nipote, figlio della sorella di Angela residente a Cremona, l’aveva chiamata con insistenza.

Da lì è partito l’allarme: i vigili del fuoco di Viadana hanno trovato una finestra dell’appartamento aperta sul retro della casa, nella prosecuzione del vicolo Centauro e da lì sono entrati attorno alle ore 15. La scoperta è avvenuta allora: la donna giaceva, come detto, sulla sedia a dondolo, ormai priva di vita. La donna era stata operata al cuore, ma la causa certificata dal medico legale sarebbe shock emorragico: davanti all’anziana, infatti, si trovava una pozza di sangue, causata da una ferita riaperta ad una gamba, che la stessa anziana aveva provato a tamponarsi, invano.

Angela Bernazzali era conosciuta anche grazie all’attività dei genitori, che per decenni avevano esercitato come fabbri a Casalmaggiore. Una donna, passata per via Porzio proprio durante i soccorsi vani, ha ricordato che soltanto nel pomeriggio di martedì aveva parlato con l’83enne: si può dunque presupporre che l’anziana sia spirata nella serata di martedì oppure nella mattinata di mercoledì.

Per un curioso scherzo del fato, la sorella di Angela, Magda Bernazzali, era stata trovata morta in analoghe circostanze (ossia dopo una segnalazione alle forze dell’ordine) nella cascina di Vicobellignano, dove all’epoca abitava.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti