Commenta

“La quercia è caduta”:
l’ultimo saluto
a Bruno Tosatto

tosatto-ev

Nella fotogallery, i funerali di Bruno Tosatto, a Calvatone

Un numero nutrito di sindaci, quasi tutti con la fascia tricolore, hanno presenziato venerdì mattina alle esequie di Bruno Tosatto, primo cittadino di Piadena scomparso all’età di 61 anni.

In testa il prefetto di Cremona Tancredi Bruno di Clarafond, il vicepresidente della Provincia di Cremona Filippo Bongiovanni, il senatore Luciano Pizzetti, poi TorchioRossoni, e tanti altri esponenti politici. Oltre ovviamente a Gianfranco Cavenaghi, vicesindaco di Piadena che farà le veci di Tosatto sino a fine mandato, in prorogatio.

Sull’altare è salita l’assessore Annunciata Camisani, che ha indirizzato un commosso saluto al sindaco scomparso   promettendogli l’impegno di portare a termine tutto quanto iniziato assieme. Affranto sino alle lacrime il parroco di Calvatone, dove Bruno Tosatto viveva rivolgendosi nell’omelia con il tu “perchè il tu vale più di qualsiasi titolo”. Don Vincenzo Cavalleri ha esordito dicendo: “Siamo venuti a dare l’ultimo saluto ad un amico. La quercia è caduta e ci si accorge sempre dopo di quanto bene abbia fatto questo albero possente nel dare ricovero ai nidi, nel fornire materiale ai contadini e legna da ardere d’inverno. Bruno era così, sempre disponibile per gli altri e con gli altri. Bruno credeva nella vita, una vita fatta di sacrifici e impegno senza mai alcun tornaconto personale se non quello di essere soddisfatto di vedere crescere prima la sua Calvatone e poi Piadena”.

Il lungo corteo, scortato da numerosi componenti di diversi gruppi di Protezione Civile territoriali, con i gonfaloni dei molti comuni rappresentati, è partito dall’abitazione della famiglia sino alla chiesa apparsa insufficiente a contenere tutta la folla. Un omaggio alla salma è arrivato anche da parte della Compagnia dei Carabinieri di Casalmaggiore, rappresentati dal vicecomandante maresciallo Pinto e dal comandante della stazione di Piadena Currarino.

Tra i primi banchi la moglie, la figlia e tutti gli altro congiunti. Al termine del funerale prima della partenza per il cimitero il vicario di Piadena don Massimo Sanni ha annunciato che nella parrocchiale del paese dove il sindaco aveva amministrato sino agli ultimi giorni di vita si sarebbe tenuta una messa di suffragio alle ore 18.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti