Commenta

La notte bianca
trasforma Bozzolo
in Copacabana

BOZZOLO CUBANEIMG_9884

Nella foto, un momento della festa di Bozzolo

Un paese completamente trasformato grazie alla “Notte bianca”. Successo strepitoso sabato  sera a Bozzolo dove la gente ha riempito la piazza e le vie coinvolte nell’iniziativa, attirata dalle mille proposte che l’assessorato alla cultura insieme a tutti i commercianti hanno saputo creare. Si passava dalle bancarelle con l’artigianato locale a quello etnico, dall’esposizione delle mitiche Ferrari alle carrozze a cavallo sino ad un originale antichissimo carro funebre esposto in maniera un po’ defilata per scaramanzia. E poi la pista con i balli latino-americani, il palco stile  Festival di San Remo  e le letture per i bimbi nel cortile Zanetti con uno spazio per gli amanti degli scacchi. Un ruolo da protagonista come sempre l’ha svolto il famoso Pasquale Amato che ha trasferito  il rigogliosissimo giardino del suo ristorante sulla strada preso d’assalto dalla clientela che per una sera  si è sentita come seduta nella piazzetta di Capri. A questo proposito piacevole l’idea della famosa granita al limone preparata e offerta da un preparatore giunto appositamente dalla costa amalfitana. La parte del leone l’ha svolta come sempre Nicola Scognamiglio, il presidente dell’associazione “Gli Amici del cuore” che insieme ai suoi volontari ha fatto gustare il  risotto e cotechino nell’attesa delle due ballerine cubane che si sono esibite fino a tarda ora coinvolgendo il pubblico con un’entusiasmante serie di balletti caraibici. Questa parte della manifestazione ha  potuto avere luogo per merito dell’agenzia Nt show di Fabio Negri che ne ha curato tutti gli aspetti organizzativi senza alcuna sbavatura nonostante lo stesso agente fosse  impegnato su tre diversi eventi contemporaneamente sparsi sul territorio.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Tags,
Commenti