Commenta

Viadana, il grazie
del sindaco Penazzi.
Martedì arriva Fava

viadanagrazie-ev

Nella foto, un momento della riunione di lunedì in Municipio

Non era necessario attendere il nubifragio di sabato per ribadire l’importanza di un distaccamento dei Vigili del Fuoco a Viadana. Tuttavia l’evento ha dato al sindaco Giorgio Penazzi l’ennesima occasione per ritornare sull’argomento e confermare l’assoluta necessità di mantenere una struttura superando gli ostacoli di una parte della sua stessa maggioranza che negli ultimi consigli comunali aveva decisamente e ripetutamente contestato i costi che una messa a norma della caserma comporterebbero.

Lunedì mattina alle 12 Penazzi ha convocato una rappresentanza dei Vigili del Fuoco di Viadana e componenti della protezione civile per ringraziarli assieme agli assessori Tipaldi e Saccani, per quanto fatto in quella situazione critica che si era venuta a creare improvvisamente sabato mattina.

“Scopo fondamentale di questa riunione è quello di fare il punto della situazione e ringraziarvi per l’opera che avete svolto lavorando alacremente in quei momenti di tensione”, ha esordito il sindaco dopo aver detto di essersi già sentito col comandante provinciale Pilotti.

Il caposquadra dei Vigili del Fuoco Giovanni Berra insieme al capoturno Malavasi ha quindi fornito l’elenco degli interventi effettuati: 25 interventi (di cui uno a Sabbioneta e uno a Gussola per un corto circuito in abitazione) dovendo togliere 8 alberi a Viadana con cinque prosciugamenti e dieci sopraluoghi per allagamenti con un soccorso a persona rimasta bloccata in ascensore.

Per questo è stato richiamato in servizio anche personale già “smontato” con la disponibilità pure della squadra di Suzzara nel caso ci fosse stato bisogno. Per la protezione civile era presente il presidente locale Antonio Valli i cui uomini sono serviti a sbloccare tutte le fogne intasate.

Martedì mattina alle 8 in Municipio a Viadana arriveranno gli assessori regionale Fava e provinciale di Mantova Castelli ai quali saranno sottoposti i problemi relativi ai gravi danni subiti dal settore agricolo in relazione al quale i cittadini sono invitati a compilare le apposite schede entro il 18 di questo mese, per aderire alla richiesta di calamità naturale. Penazzi ha invitato al vertice i sindaci dei comuni interessati dal nubifragio, i responsabili delle associazioni produttive e dei sindacati.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti