Commenta

Desalu trascina l’Italia
alla medaglia di bronzo
nella staffetta

staffetta-ev

Nella foto, a sinistra Desau, a destra il primo cambio di testimone tra Isolano e Bilotti

La medaglia che non è riuscito ad ottenere nella gara individuale, Fausto Desalu l’ha strappata nella 4×100. Nella giornata conclusiva degli Europei Juniores di Rieti il velocista Interflumina E’PiùPomì ha trascinato gli azzurri ad uno splendido terzo posto, bruciando francesi e britannici.

Giacomo Isolano, Lorenzo Bilotti, Roberto Rigali e Eseosa Fausto Desalu hanno chiuso con 40”00, alle spalle della Polonia (39”80) e alla Germania (39”96). Inattesa la composizione del podio, su cui erano attese Francia e Gran Bretagna, le due grandi sconfitte. L’Italia chiude così con 7 medaglie, contro le 6 di Tallinn 2011.

Desalu ha corso da ultimo frazionista, dopo che nelle batterie del mattino la Nazionale aveva schierato Cassano, per tenere a riposo un Desalu affaticato dopo il doppio impegno di sabato sui 200.

Entusiasta per l’Interflumina Carlo Sassano, che tiene a ringraziare alcune persone.

“Grazie a tutti – scrive in una nota il fondatore della società  -. Al professor Giangiacomo Contini che dimostra, indiscutibilmente, d’essere all’altezza di un compito non facile : costruire, plasmare, portare a compimento un capolavoro della natura: questo è per me, Fausto, un bravissimo ragazzo che ha cervello, cuore e fisico. Rio è apparentemente lontana, ma quello è l’obiettivo  sin da oggi, e non possiamo permetterci di sbagliare. Al Presidente Azzoni che ha accolto l’invito di prendersi cura dell’Interflumina E’ più Pomì con il giusto approccio, con passione, con l’intelligenza e le capacità  da tutti riconosciutegli. Al Presidente Alfio Giomi che con generosità, passione, visione, determinazione sta avviando quel processo di rinnovamento della nostra Federazione, atteso e sognato da tanti anni. All’amico Costantino che, grazie alle sue innate capacità imprenditoriali ma profondamente umane  in quanto legate alla nostra terra, ci sarà sempre vicini con il suo aiuto concreto. Ai governatori della “cosa pubblica”, sindaco e presidente Consiglio comunale, amici veri, onesti “lavoratori della vigna”, vocati all’impegno sociale  per il bene della Comunità, l’invito a rendere sempre più concreto l’impegno verso le nuove generazioni, verso i giovani, al fine di costruire una comunità più sana, più pulita, libera da condizionamenti ideologici devastanti, ma  entusiasta di offrire intelligenza e operatività per il bene comune. All’amico Luigi che, come Costantino, da anni ci sostiene con la sua forza di Imprenditore illuminato  ed il cui marchio  E’ Più, oltre che costituire sostanza alla definizione di Interflumina, sostiene in particolare il Settore Femminile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti