Commenta

Il Rugby Viadana saluta
Melegari, un legame
durato 23 anni

melegari_no_presidenza-ev

Nella foto, Silvano Melegari

La società Rugby Viadana ha deciso di procedere con un restyling del proprio direttivo senza per questo cambiare completamente pelle, ma cercando di allargare il più possibile la base del progetto sportivo che, negli anni, si è mostrato solido e di alto profilo.

La necessità, oggi, è quella di ampliare il numero di appassionati per mantenere e valorizzare quanto di buono fatto fin qui ed inserire nuove idee, nuove risorse oltre alla dichiarata volontà di strutturarsi in modo lungimirante e soprattutto partecipato. Il rapporto con il territorio dovrà essere sempre più stretto e radicato, in linea con il processo già iniziato con l’inserimento in prima squadra di molti giovani provenienti dal settore giovanile.

Il patron Silvano Melegari abbandona la presidenza (dopo un legame durato 23 anni) per motivi legati principalmente ad impegni di lavoro sempre più pressanti oltre ai dissidi mai risolti con la Federazione Italiana Rugby. Con lui abbandona ruoli dirigenziali anche il fratello, Riccardo Melegari, delegato dal Cda a mantenere i rapporti di pubbliche relazioni per la stagione sportiva appena conclusa. Detto questo, il Gruppo Arix (Arix, Tonkita, Abrax ed SGR) non farà mancare il proprio sostegno al club giallonero in termini di sponsorizzazione, legame alla cui base vige la grande passione per il Rugby da parte della famiglia Melegari.

Per la stagione iniziata ufficialmente il 1° luglio scorso, il controllo è stato assunto dall’amministratore unico Antonio Zanichelli che abbandona così il ruolo legato al campo come tecnico per un indirizzo prettamente dirigenziale, completando così la propria professionalità di una nuova esperienza.

Al fianco dell’ex direttore generale prenderà corpo un gruppo di appassionati composto da profili che, con le diverse proprie personalità e competenze, hanno fortemente voluto garantire un futuro sereno al Club nonostante l’attuale momento economico e finanziario a livello generale appaia instabile. In particolare, per allargare la base dei soggetti coinvolti nella vita del Rugby Viadana verrà costituita una associazione non riconosciuta avente come scopo principale proprio quello di ampliare il coinvolgimento nella vita della società, degli appassionati e del territorio in genere, prospettando quelli che appaiono i primi passi per una solida e radicata public company.

Verranno così coinvolte nuove forze, nuove energie, nuove idee: in questo modo il Rugby Viadana punta in modo deciso a cementare le proprie radici, incentivare un adeguato sviluppo e guardare avanti con serenità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti