Commenta

Viadana, consiglio
l’8 agosto: Penazzi in
ferie, variante rinviata

viadana-ev

Si terrà giovedì 8 agosto il nuovo consiglio comunale di Viadana convocato dopo la sospeso di mercoledì per la mancanza del numero legale. All’ordine del giorno i punti che erano saltati, primo tra tutti quello relativo agli asili che a settembre dovranno riaprire.

Sparita invece la contestatissima variante urbanistica che aveva costituito la miccia per l’ennesimo violentissimo scontro tra il sindaco Giorgio Penazzi e Paolo Zanazzi. Non si tratterebbe tuttavia di un vittoria del capogruppo del Pd ma un semplice rinvio temporale. Giovedì prossimo infatti il sindaco Penazzi sarà in ferie, sostituito dal vice Dario Anzola e un punto così delicato deve essere affrontato con tutte le forze in campo.

Ad ogni modo Penazzi e chi sta con lui insistono nella certezza che la variante proposta non è fatta “ad personam” e soprattutto non ha nulla di irregolare. “Anche se la struttura ha già ottenuto il parere  favorevole dagli istituti preposti faremo verificare dagli organi competenti mandando anche la Polizia loclale ad effettuare le misure” spiega Penazzi “. Continuiamo a chiederci comunque come mai nessuno ha mai fatto denuncia di abuso edilizio se veramente qualcuno lo aveva scoperto”.

Anche l’ufficio del sindaco è stato meta di diversi personaggi dell’amministrazione comunale, dal consigliere Villirillo (anche lui  tra i disertori dell’aula nonostante appartenga alla lista Penazzi) alla segretaria comunale, al presidente del consiglio comunale Gabriele Oselini fino al vicesindaco Dario Anzola. Quest’ultimo ha voluto tornare sul giallo dell’sms inviato al capogruppo Zanazzi per concordare il ritiro della variante “bollente” dicendo che non sarebbe stato opportuno che fosse la Giunta stessa a ritirare il punto. Il messaggio telefonico voleva solo suggerire a Zanazzi e compagni di chiedere essi stessi il ritiro all’inizio della seduta consiliare.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti