Commenta

Biglietto troppo “corto”
Lite col capotreno
e arrivano i Cc

stazione-cc_ev

Un film già visto, specie negli ultimi tempi. Una macchina dei Carabinieri del nucleo Radiomobile, si è posizionata martedì mattina alle 9 in stazione a Casalmaggiore. La pattuglia attendeva il convoglio proveniente da Piadena da cui il capotreno ha fatto scendere due ragazzi africani, un camerunense ed un nigeriano.

Il problema era sorto con quest’ultimo, scoperto senza biglietto e per questo motivo entrato in forte discussione con il responsabile delle ferrovie che gli ha intimato di scendere a Casalmaggiore, chiamando contemporaneamente i carabinieri. L’africano è stato preso in consegna dalla pattuglia, insieme all’amico, che aveva con sè oltretutto una bicicletta, per registrarne le generalità. Lo straniero, quasi piangendo, in un italiano un po’ zoppicante ha raccontato di essere senza lavoro e per questo di non avere soldi in tasca.

Ha mostrato la ricevuta di 3.45 euro corrispondenti alla tratta Mantova-Piadena, senza poi acquistare però il biglietto da questa località a Parma dove il ragazzo stava recandosi per cercare lavoro. “Una signora mi ha fatto l’elemosina di quasi tre euro ma il capotreno ne voleva 8 perchè mi applicava anche la multa” ha raccontato il nigeriano svelando le cause del battibecco. Ai carabinieri il compito delicato di redimere la questione, dicendo che la crisi sta coinvolgendo tutti, stranieri e italiani, ma non per questo si devono infrangere le regole.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti