Commenta

Poesia, Ottolini scopre
la densità dell’Essere in
“La gioia e il disamore”

libro-Ottolini-ev

E’ stato stampato recentemente il primo libro di poesie di Giampietro Ottolini, di Solarolo Rainerio. Edito da Apostrofo, si intitola “La gioia e il disamore”, ed ha un’introduzione curata da Luisa Bruschi.  Nelle 46 pagine sono racchiuse 22 poesie scritte dal maestro della scuola primaria di San Giovanni in Croce. Il libro è in vendita a 8 euro nei comuni dell’Unione Palvareta Nova, il ricavato è devoluto agli Amici di Emmaus di Piadena.

Giampietro Ottolini offre delle squisite composizioni poetiche in “La gioia e il disamore”. In quel “disamore” è indicato l’abisso del nulla che minaccia continuamente la nostra esistenza nella gradualità di malattia, vecchiaia, fallimento, esperienze-al-limite. Ottolini dà prova nelle sue dense metafore di quanto la vita vissuta e la poesia siano strettamente correlate.

Le sue espressioni icastiche: “Straziato/dal potere della morte/bramo la Vita:/verità dell’uomo”. Ed ancora: “In un universo di silenzio/-o di urla-proteso/oltre la barriera del nulla/evaso dal quotidiano…/voglio ascoltare una Voce”.

Ottolini sfugge alla trappola del nulla scoprendo la densità dell’Essere.

Giovanni Borsella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti