Commenta

Coppa, che domenica
maledetta: si salva
soltanto il Psg

casalese_ev

Nella foto la Casalese prima della sfida di Brescello

La Casalese si sveglia tardi, l’atteso Pomponesco stecca, il Viadana lotta ma soccombe, la Martelli è troppo brutta per essere vero. Peggior esordio per le nostre in Coppa non poteva esserci. A salvare la patria solo il Psg, neopromosso, che per poco non trova i tre punti a Gonzaga.

Cominciamo dalla Promozione Emiliana: la Casalese, contro il forte Brescello, al 67′ era già sotto di quattro gol. Troppa la differenza e troppo tenero l’approccio del team di Terenzio Agazzi, cui spetta un altro miracolo. Lo si sapeva, e non è certo una gara di Coppa a cambiare la sostanza. Anzi, i gol di Nicolas Manghi, rientrato alla base dopo aver fatto la meteora in Eccellenza con Franzini e del giovane Fortunati, che nel finale fissano il 4-2, lasciano qualche speranza. Domenica in casa contro la Biancazzurra servirà un altro spirito: non per passare il turno (la qualificazione, compromessa, interessa pochissimo) ma per riprendere vigore e morale.

Vigore che non è mancato al Viadana in Prima Emilia: nella sfida contro il forte Guastalla si è presentato al pubblico di casa, per cominciare, De Martino, bomber girovago che in gialloblu dovrà segnare parecchio. Intanto ha messo dentro una doppietta al 30′ dei due tempi. Peccato che, dopo l’1-0 locale, il Guastalla abbia ribaltato lo score con Chierici, ex sempre rimpianto, prima del nuovo pareggio. Biacchi ha deciso la sfida sul 2-3. Domenica per i gialloblu sfida al Fabbrico fuori casa con Guastalla-Luzzara in calendario.

Passando in Lombardia sono dolori per il Pomponesco alla prima uscita: la squadra di Mantovani, che non nasconde una certa ambizione, perde 1-0 dal neopromosso Dak Ostiglia e ora giovedì contro la Don Bosco in casa è chiamata ad un pronto riscatto. Detto che la Coppa è spesso un torneo sperimentale, partire con il piede sbagliato non è mai bello. Ecco perché nello stesso girone del Pomponesco, il Psg recrimina su una vittoria che sembrava ormai raggiunta: in rete con il neo acquisto Gusberti all’80’, i blaugrana si sono fatti raggiungere dai padroni di casa del Gonzaga al 94′. Prossima sfida contro la Dak, a Solarolo, sempre giovedì sera, con il Gonzaga a riposo.

Male, malissimo la Martelli in Seconda: il Sesto 2010 recita la parte della corazzata (punta in alto) e passeggia a Piadena, chiudendo sul 4-0. Giallorossi per un tempo in dieci e per 25′ in nove uomini, il che comunque non basta a spiegare la figuraccia. Giovedì sfida all’Olmese, fuori casa, contro una neoretrocessa d’assalto.

Insomma, una domenica balorda. Preludio a una stagione di sofferenza? Non esageriamo, per ora. Per fortuna era solo Coppa.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti