Commenta

La Banda Estudiantina
in gara per il premio del
Bicentenario di Verdi

busseto-bandebicentenario-ev

Nella foto, la conferenza stampa di presentazione dell’evento

Busseto indice il Concorso Bandistico “Banda del Bicentenario”, nell’ambito delle celebrazioni per i 200 anni dalla nascita di Giuseppe Verdi. Si terrà sabato 7 e domenica 8 settembre, e il Corpo bandistico Società musicale Estudiantina di Casalmaggiore è tra le 14 Bande che si disputano l’ambito premio, e che provengono da tutt’Italia.

A promuovere l’iniziativa è l’associazione bandistica “Giuseppe Verdi” di Busseto col patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Parma e del Comune bussetano, oltre all’apporto economico di una serie di sponsor.

Sarà una giuria a valutare le esibizioni delle bande, giuria composta dal direttore della Banda Verdi di Busseto Alessandra Tamborlani (presidente), dal giovanissimo (ha 26 anni) e talentuoso compositore e direttore della Philarmonia Orchestra di Londra Alessandro Valtulini, dal direttore dell’orchestra di fiati del Conservatorio Nicolini di Piacenza Luciano Caggiati, dal musicista Dino Rizzo (che è anche consigliere comunale di Busseto) e dal manager di Yamaha Gian Battista Corti.

Le 14 bande in gara si esibiranno dunque tra sabato e domenica in piazza Verdi, e ad inaugurare la manifestazione sarà proprio la “Verdi” di Busseto, che per l’occasione sarà diretta proprio dal maestro Valtulini, il quale ha composto la “Bicentenary March” che verrà eseguita e poi donata alle bande. Sei bande sabato, otto domenica. L’Estudiantina si esibirà sabato, assieme a complessi bandistici di Borbona (Rieti), Montecassiano (Macerata), Offida (Ascoli Piceno), Borno (Brescia) e Boretto (Reggio Emilia). L’inizio è fissato per le ore 19,30. Domenica, a partire dalle ore 16,  toccherà alle ensemble di Varese, Cave (Roma), Montalbano Jonico (Matera), Ripa Teatina (Chieti), Iglesias, Chivasso (Torino), Giovinazzo (Bari) e Borgotaro (Parma).

Ciascuna esibizione avrà la durata di mezzora, e ognuno dovrà eseguire d’obbligo la Sinfonia del Nabucco oltre ad un ulteriore brano tratto dal repertorio del Cigno di Busseto. Il vincitore, oltre a valersi del titolo di “Banda del Bicentenario Verdiano”, si assicurerà in premio la somma di 1500 euro. Ci saranno anche premi speciali, buoni per l’acquisto di strumenti musicali. Nel corso della conferenza stampa di presentazione, cui erano presenti il sindaco Maria Giovanna Gambazza, l’assessore al turismo Stefano Carosino, i consiglieri comunali e musicisti Fabrizio Cassi e Dino Rizzo, il presidente dell’associazione bandistica “Giuseppe Verdi” Massimo Comati e la maestra Tamborlani, è stato sottolineato lo stretto rapporto tra il celebre compositore parmense e la musica bandistica specie all’inizio della sua straordinaria carriera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti