Commenta

Impresa Pomì alla
Palladium Cup:
Piacenza ancora ko

pomi-piacenza-ev

Capolavoro della Pomì Casalmaggiore che nella semifinale della Palladium Cup supera 3 a 1 la Rebecchi Normeccanica Piacenza e vola in finale dove domenica alle 18 a Bassano del Grappa affronterà l’Imoco Conegliano che nell’altro incrocio ha avuto la meglio della Liù-Jo Modena 3 a 0.

Piacenza non è più la squadra di tre settimane fa quando la Pomì la superò a domicilio al Pala Banca in quattro set, l’arrivo dalle nazionali Bosetti, Van Hecke e De Kruijf ha contribuito al grosso salto di qualità delle emiliane ma Casalmaggiore ha retto il confronto con le blasonate avversarie che alla fine si sono dovute arrendere alla grande vena di Lipicer e compagne, capaci di risalire la china dopo la sconfitta del primo parziale, di vincere ai vantaggi il secondo e il terzo e di trionfare nel quarto 25-20. Mister Beltrami dà fiducia alla diagonale di palleggio Agrifoglio-Zago, schiera la coppia centrale Stevanovic-Aguirre ed affida ricezione ed attacco di posto quattro a Lipicer e Bacchi, a Sirressi il ruolo di libero. Risponde Piacenza con Caracuta regista, Van Hecke in posto due, Meijners e Bosetti in quattro, Manzano e la capitana Leggeri al centro, Sansonna come libero. Sembra non esserci partita nel primo set, le emiliane giocano a memoria anche perché Casalmaggiore appare contratta ed incapace di tenere il ritmo. I passaggi chiave del set sono eloquenti, 8-3, 16-5, 21-12  per Piacenza la dicono lunga sulla superiorità delle ragazze di Caprara che volano a vincere agevolmente.

Cambia decisamente la musica nel secondo set, la Pomì si scuote ed inizia a giocare con il ritmo e la qualità fatte intravvedere nei precedenti test amichevoli. Lipicer e Bacchi diventano imprendibili, Agrifoglio inizia a smistare a dovere anche al centro dove Stevanovic decolla ed Aguirre diventa più efficace, Zago è una furia e Sirressi difende tutto quello che le passa per le mani. Il set è spettacolare, le ragazze di Beltrami, una volta agganciate le avversarie sul 15-15 capiscono di potersi giocare il confronto ad armi pari e dopo un testa a testa riescono a spuntarla ai vantaggi.

La vittoria del set innesca una vera e propria ventata di entusiasmo nella formazione rosa che si ripete nel terzo gioco aumentando l’intensità e facendosi trovare pronta nella chiusura degli scambi lunghi. Quasi tutte le azioni combattute sono vinte da Casalmaggiore che ancora una volta riesce a spuntarla 26-24. Il pubblico, reduce da una gara a senso unico tra Conegliano e Modena, gradisce l’elevata spettacolarità del match e sottolinea con lunghi applausi le azioni più combattute. Quando si pensa ad un ritorno di Piacenza ecco che la Pomì mantiene nervi saldi ed anche nel quarto parziale fa la gara.

L’inizio è abbastanza equilibrato ma a metà set Lipicer e compagne hanno già doppiato le avversarie (17-6). La Rebecchi torna in scia grazie a Meijners ma la Pomì difende il vantaggio sul 21-17 e chiude con cinque punti di margine. Alla fine, chi già pensava ad una finale scritta tra Conegliano e Piacenza deve ricredersi, domani a Bassano del Grappa a contendersi il Trofeo della seconda edizione della Palladium Cup al cospetto delle vice campionesse d’Italia di Conegliano ci sarà la Pomì Casalmaggiore.

POMI’ CASALMAGGIORE 3

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA 1

(15-25, 26-24, 26-24, 25-20)

Pomì: Agrifoglio, Zago 21, Bacchi 15, Lipicer 19, Stevanovic 7, Aguirre 6, Sirressi (L), ne Grazietti, Olivotto, Quiligotti. All.: Beltrami-Bolzoni

Rebecchi: Caracuta, Van Hecke 16, Meijners 17, Bosetti 11, Manzano 8, Leggeri 5, Sansonna (L), Bramborova 5, ne Ferretti, Valeriano, Poggi, De Kruijf, Vindevoghel. All.: Caprara-Saja.

Note. Aces: Rebecchi 7, Pomì 2. Battute sbagliate: Rebecchi 10, Pomì 16. Muri: Rebecchi 6, Pomì 6. Ricezione: Rebecchi 66% (prf 43%), Pomì 72% (54%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti