Commenta

Ladri in casa, ma
la figlia rientra e
li mette in fuga

furto_ev

Hanno provato a colpire ancora nella stessa zona, evidentemente presa di mira in queste ultime settimane dai malintenzionati. Solo che questa volta hanno agito di notte e non in pieno giorno.

Teoricamente una scelta “giusta” per un furto e invece ai ladri è andata male: è accaduto tutto in via Raul Follereau a Casalmaggiore nella notte tra sabato e domenica, attorno all’1. Qualcuno ha provato a introdursi in una piccola cascina, dove già anni fa era stata rubata un’automobile parcheggiata nel cortiletto interno. Stavolta i malviventi hanno cercato di entrare dalla finestra sul retro, come già accaduto in passato nella vicina via Foscolo. Il falegname che ha poi analizzato la finestra, ha detto che con ogni probabilità la stessa è stata scardinata nell’anta da un grosso cacciavite.

Pochi istanti dopo l’ingresso dei ladri, la figlia della proprietaria, che vive con la madre, è tornata a casa, parcheggiando la sua auto. Entrata in cucina, ha notato di avere dimenticato il computer portatile in quella stanza e l’ha riportato nella sala principale, dove s’è accorta del fattaccio. La finestra era scardinata, appunto, ed era tutto aperto, all’aria.

Tuttavia proprio l’arrivo della donna deve avere scoraggiato i ladri che si sono dileguati in tutta fretta, senza rubare nulla. Con ogni probabilità, sentendo l’automobile rientrare, hanno pensato bene di darsela a gambe rinunciando al colpo. L’intervento dei carabinieri è servito per ricostruire le dinamiche. Peraltro la casa di fronte alla cascina, dove vive un altro membro della stessa famiglia, era stata visitata già tre volte in passato, con furti di contanti e preziosi. In un caso il padrone di casa era a Medjugorie, in pellegrinaggio. Particolare che fa pensare, ovviamente, che la famiglia sia stata “curata” dai malviventi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti