Gio 02 Ottobre, 2014

    strip_volvo-nuova_def

La Mille Miglia 2014
non passerà nel
nostro comprensorio

17 ottobre, 2013   // 0 Commenti

miglia4

Dopo quella di Casalmaggiore, “tagliata” anche la tappa di Cremona della Mille Miglia. Nel 2014, quella che Enzo Ferrari definì “la corsa più bella del mondo” non passerà più per il casalasco e per la provincia cremonese, storici transiti della kermesse. E non toccherà nemmeno Viadana, che quest’anno è stata una delle tappe della manifestazione.

La presentazione a Brescia della nuova edizione ha lasciato l’amaro in bocca ai tanti appassionati del comprensorio, che nel maggio dell’anno prossimo non potranno veder sfilare le magnifiche Mille Miglia sulle strade di casa. Già quest’anno, a Casalmaggiore, ci si è dovuti accontentare di un passaggio veloce e non della tappa con punzonatura in piazza Garibaldi, ‘chicca’ delle due precedenti edizioni. Meglio è andata a Viadana, che ha ricevuto il testimone casalese e ha visto le Mille Miglia transitare da piazza Matteotti.

La manifestazione del 2014, invece, durerà un giorno in più ma salterà di fatto il lato sud della Lombardia.

Da Mantova le auto storiche andranno direttamente a Brescia tagliando fuori Cremona e Casalmaggiore. Una grossa perdita per la città del Torrazzo che quest’anno festeggia “Cremona città dello sport” e che da sempre è la penultima tappa della Mille Miglia.

La gara, che partirà da Brescia il prossimo 15 maggio, durerà un giorno in più, con l’aggiunta di una tappa, da percorrere domenica mattina fino all’arrivo a Brescia. Dopo la partenza, il tracciato resterà invariato fino a Vicenza, dove le vetture punteranno verso Marostica e Bassano del Grappa. La prima tappa si concluderà a Padova con la carovana che pernotterà a Thermae Abano Montegrotto, da dove venerdì mattina partirà la 2 tappa.

Anche la seconda giornata prevede numerose novità: dopo San Marino si proseguirà verso Riccione e poi a sud, sulla costiera adriatica, fino a Loreto. Poi a L’Aquila, per un passaggio simbolico, così come avvenne nel 1997 in Umbria – quando la Freccia Rossa transitò tra le tende dei terremotati della regione – e nel 2013, con il passaggio in Emilia Romagna.

La seconda tappa sarà conclusa con la passerella nel cuore di Roma. Sabato 17 maggio, l’inizio della terza tappa sarà identico a quello degli scorsi anni, con i consueti passaggi a Ronciglione, Viterbo, Radicofani e Siena, località molto legate alla Mille Miglia. In seguito, il road-book indicherà una svolta a sinistra, verso Volterra, Lucca e Pisa, prima di affrontare, come nel 1947 e 1948, i Passi della Futa e della Raticosa, fino a Bologna, dove gli equipaggi pernotteranno nel centro storico, da dove ripartiranno poi la domenica mattina.

La quarta tappa, mai disputata prima, prevede il passaggio a Reggio Emilia, sacrificata lo scorso anno a favore delle zone colpite dal sisma, a Modena e a Mantova. L’arrivo a Brescia, domenica 18 maggio poco prima dell’ora di pranzo, po premiazioni nel pomeriggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 


Tags:

casalmaggiore

cremona

miglia

mille

viadana





Potrebbero interessarti anche

I nostri utenti possono esprimere liberamente la propria opinione. Solo i commenti provenienti da utenti verificati andranno direttamente online. Ricordiamo che è necessario attenersi alla Policy di utilizzo di www.cremonaoggi.it, www.cremaoggi.it e www.oglioponews.it: evita gli insulti, le accuse senza fondamento, le volgarità e mantieniti nel tema della discussione insieme alle migliaia di persone che regolarmente ci seguono. La libertà d'espressione è una grande conquista, difendila con un uso appropriato del tuo diritto.