Commenta

Con venti euro
in più, il massaggio
diventava ‘erotico’

massaggio-erotico-ev

Giornata intensa quella di venerdì per la stazione dei Carabinieri di Viadana, a cui fa capo anche quella di Suzzara, comune in cui gli uomini dell’Arma sono intervenuti per tre casi distinti.

Il primo intervento riguarda la frazione suzzarese di Sailetto, dove gli uomini dell’Arma hanno scoperto un centro estetico che offriva ‘massaggi particolari’. I Carabinieri, coordinati dal comando di Viadana, hanno fatto irruzione in un centro estetico in via Nazionale Cisa 10 denunciando a piede libero Z. L., 42enne di nazionalità cinese, per la gestione di una casa di prostituzione ed altri reati connessi. Allertati da uno strano via vai da quel centro e dopo giorni di appostamenti, i militari sono riusciti ad interrogare diversi avventori che hanno ammesso quanto sospettato accadesse all’interno dell’esercizio: le massaggiatrici, tutte di nazionalità cinese, oltre a manipolazioni classiche proponevano, con un piccolo sovrapprezzo di 20 Euro, “massaggi erotici”.

Nel secondo caso i Carabinieri hanno denunciato a piede libero A.B., 19enne albanese muratore responsabile di invasione di edifici. Il giovane, approfittando della disponibilità delle chiavi di ingresso, aveva occupato abusivamente un appartamento di via Di Vittorio, a Suzzara, di proprietà di un’anziana del luogo, rifiutandosi successivamente di sottoscrivere regolare contratto di locazione.

Il terzo intervento riguarda la denuncia di C.B., 37enne e B.C., 42enne, entrambi di San Benedetto Po, agricoltori pregiudicati, responsabili di ricettazione. I due, il 9 ottobre scorso, hanno venduto ad un rottamaio della zona due rimorchi agricoli proventi di furto denunciato, lo scorso 10 ottobre, da un 48enne del luogo. La refurtiva è stata recuperata dai Carabinieri e restituita al proprietario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti