Commenta

Pomì, nell’amichevole
di Viadana Liu-Jo
ancora bestia nera

pomi-a1-ev

Non decolla la Pomì nel test amichevole con la Liu-Jo Modena che si impone in tre set e cede alle casalasche solo il gioco supplementare disputato a risultato acquisito. Sempre con Modena la Pomì aveva perso (4-0) anche un test precampionato fuori casa.

Due punti di Ruseva ed altrettanti di Piccinini oltre ad una battuta pungente e ficcante di Rousseaux, è questo il biglietto da visita della squadra di Chiappafreddo che mette il primo set in discesa sull’1-6. Non piace a mister Beltrami l’avvio di gara di Aguirre e prova subito la carta Olivotto. I primi punti di marca rosa con Bacchi e Zago che suonano la carica e provano a spingere la squadra alla risalita (3-9). Bacchi è la grinta impersonificata e realizza l’ace che vale il 5-9, quindi Stevanovic mette a terra la fast del 6-10. Finalmente la Pomì entra nel set e prova a giocare alla pari con Modena. Gli errori in attacco, tuttavia, frenano la squadra di casa che anche in seconda linea non è esente da amnesie, l’errore in ricezione di Lipicer manda Modena sull’11-18 e il tecnico della Pomì decide di richiamare in panchina la capitana inserendo Gennari. Bacchi mette pressione in battuta e da due dei suoi servizi scaturiscono due palle favorevoli che Stevanovic trasforma a punto (14-18), quindi è ancora la casalasca protagonista siglando tre punti due in pipe ed un ace che portano la Pomì sul 16-18. Casalmaggiore ora gioca e diverte, due muri di Stevanovic regalano la parità sul 18-18. La Liu-Jo scava di nuovo un margine di due lunghezze (18-20) ,ma le casalasche la ripredono. Il set si chiude 22-25 dopo errore in battuta di Camera.

Nel secondo parziale la Pomì parte con la coppia di zona quattro Bacchi-Gennari ed Olivotto al posto di Aguirre. Si viaggia sulla situazione di parità sino al 5-5, quindi Modena cerca e trova l’allungo grazie ai punti di Crisanti e Rousseaux (5-7). Le locali comunque si mantengono nel vivo del set con la solita Bacchi a fare da capo fila, nel frattempo tra le modenesi Perinelli rileva la belga Rousseaux. Il copione della gara è sempre quello con le ospiti avanti nel punteggio e la Pomì ad inseguire frenata da alcuni errori di troppo in battuta. Modena scava un importante gap sul 12-16 e poi dilata a cinque le lunghezze di margine (13-18) dopo muro di Piccinini costringendo le rosa in affanno. Quando riesce a ricevere con continuità la Pomì può orchestrare un attacco efficace, con due mani out di Zago Casalmaggiore arriva sul 17-19 ma si tratta di un riavvicinamento illusorio in quanto Modena non accusa cedimenti e puntando sempre su un servizio di peso vola a chiudere 18-25.

Per il terzo parziale il tecnico Chiappafreddo lascia a riposo Piccinini, Crisanti e Rousseaux e lancia Maruotti in posto quattro, la Pomì torna a schierare al centro Aguirre. Ancora una volta sono i tanti, troppi errori in attacco a condizionare la partenza della squadra di casa che si affida costantemente a Zago. E’ schiacciante la superiorità di Modena che doppia la Pomì sul 7-14. Nella fila casalasche scatta il momento di Agrifoglio in cabina di regia per Camera, Olivotto torna a rilevare Aguirre ma il set è ormai fortemente compromesso. La Pomì non vuole rinunciare a provarci sino in fondo e mette paura alle avversarie sul 19-22, e sul 22-24 dopo due ace di Zago che poi regala il 23-25 alla Liù-Jo mandando in rete il terzo servizio personale.

Chiuso di fatto l’incontro le squadre si accordano per la disputano di un quarto set che permette a mister Chiappafreddo di provare Adjelic ed Heyrman, schierare in regia Prandi e nel ruolo di libero Petrachi, la Pomì conferma al palleggio Agrifoglio. Parte bene la squadra di Beltrami che arriva a far segnare un + 3 sull’11-8, Modena non fa comunque da comparsa e rimane incollata alle rosa nelle cui fila entra in campo Quiligotti per Sirressi. A metà set la Pomì è avanti 15-14 ma deve guardarsi dal continuo rientro delle avversarie che mettono la freccia con gran muro di Ruseva su Olivotto (17-18). Si viaggia sulla parità nel finale, 21-21, 22-22 quindi un numero di classe di Bacchi e una pipe di Gennari fruttano il 24-22, chiude l’ace di Zago.

POMI’ CASALMAGGIORE 0

LIU-JO MODENA 3

(22-25, 18-25, 23-25)

Quarto set supplementare 25-22

Pomì: Camera, Zago 15, Lipicer 1, Bacchi 21, Stevanovic 17, Aguirre, Sirressi (L), Olivotto 7, Gennari 7, Agrifoglio 1, Quiligotti (L), ne Grazietti. All.: Beltrami-Bolzoni

Liu-Jo: Rondon 2, Fabris 10, Piccinini 9, Rousseaux 5, Crisanti 6, Heyrman 4, Ruseva 13, Cardullo (L), Perinelli 14, Prandi, Petrachi (L), Maruotti 6. All.: Chiappafreddo-Barbolini

Note. Aces: Pomì 5, Liu-Jo 6. Battute sbagliate: Pomì 11, Li-jo 9. Muri. Pomì 12, Liu-Jo 13. Ricezione: Pomì 67% (prf 49%), Liu-Jo 63% (prf 47%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti