Commenta

Furto all’Europizza,
via registratore di cassa
con dentro 400 euro

europizza_ev

Hanno agito di notte (anche se probabilmente ad agire è stato uno solo), tra martedì e mercoledì, in un orario imprecisato e difficile da riscontrare. L’allarme, infatti, non c’era e soprattutto le telecamere di sorveglianza erano fuori servizio.

E’ accaduto alla pizzeria da asporto “Europizza” in via Nino Bixio a Casalmaggiore: soltanto la mattina dopo il furto, mercoledì, il proprietario ha potuto constatare che qualcosa non andava. La porta d’ingresso del locale era infatti stata scardinata e presentava evidenti segni di effrazione. Chi l’ha forzata ha poi rifinito il lavoro in tutta serenità. Una distrazione, infatti, ha fatto sì che i malviventi potessero agire senza fretta.

Da un lato il locale non è dotato d’allarme, dall’altro le telecamere di sorveglianza non erano in funzione perché la memoria interna delle stesse andava sostituita e il proprietario ancora non aveva provveduto. Due errori dettati forse da un eccesso di fiducia del prossimo, parzialmente giustificati dal fatto che Europizza ancora non avesse subito furti nel recente passato.

A sparire è stato l’intero registratore di cassa, letteralmente strappato dal bancone e poi evidentemente forzato lontano dalla “scena del crimine”: dentro, come ha rivelato il proprietario, c’erano 400 euro, l’incasso probabilmente del lunedì precedente, dato che il martedì solitamente è giorno di chiusura. Anche qui una leggerezza, che non ha spinto il proprietario a ritirare l’incasso, come solitamente si fa alla fine della giornata lavorativa. Pare, tra l’altro, che il locale non fosse assicurato in caso di furto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti