Commenta

Casalmaggiore, una
bandiera pro Sardegna
dai coniugi Careddu

sardegna_ev

Arriva forte anche da Casalmaggiore il sentimento di solidarietà per la terra sarda, colpita nei giorni scorsi da una grave ondata di maltempo che ha mietuto parecchie vittime. Non è mancato, in via Pascoli, il messaggio da parte della famiglia Careddu, sarda di origine come si evince dal cognome, che più di una volta in passato ha utilizzato il balcone di casa come una sorta di “lavagna” sul mondo per esprimere il proprio sentimento.

Qualche mese fa la famiglia Careddu, ad esempio, protestò contro la situazione del traffico sull’Asolana, esponendo un cartello che chiedeva di realizzare subito la famosa tangenziale: se quel messaggio venne esposto fronte Asolana, perché più passanti potessero leggerlo, stavolta la bandiera della Sardegna, contraddistinta dai quattro mori, unita a quella italiana, è stata esposta fronte via Pascoli, assai meno trafficata, come se il dolore fosse sì reso pubblico, ma in modo comunque più intimo.

In passato Renato Careddu, ex carabiniere, partecipò anche ai lutti che colpirono l’Arma durante le varie missioni all’estero, esponendo il lutto con il tricolore. La famiglia ha spiegato che a Olbia, zona di origine, non si sono registrati grossi danni, ma che il loro è un modo per essere idealmente vicini a casa e alla loro terra terribilmente colpita in queste ore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti