Commenta

Vai male a
scuola? Niente più
gita di classe

diotti_ev

Nella foto, l’ingresso della ‘Diotti’ di Casalmaggiore

Tanti anni fa, per punizione, gli scolari finivano dietro la lavagna. I tempi sono cambiati e con essi anche i provvedimenti disciplinari. Gli studenti che non si comportano bene, vengono infatti privati della gita scolastica. E’ quanto succede all’Istituto Comprensivo Diotti di Casalmaggiore, dove questa drastica decisione è stata comunicata alle famiglie degli alunni destando una certa sorpresa. A detta dei docenti tutte le sezioni delle classi terze stanno manifestando una generale indolenza e una scarsa disponibilità all’apprendimento e per questo sarebbe stato deciso di punirli annullando tutti i momenti di svago come ad esempio la classica gita di primavera. Ciò che le mamme non comprendono è come sia possibile un calo di livello di tale proporzioni dato che sino alla prima e seconda classe gli stessi ragazzi avevano sempre mantenuto un rendimento di tutto rispetto.

I docenti sono gli stessi, gli alunni idem. Certo, la crescita in età adolescenziale può comportare cambiamenti, tuttavia i genitori si chiedono se non ci sia una soluzione diversa per scuotere i figli, alternativa alla privazione proposta dalla scuola. Una delle mamme che ci ha contattato, ammette di notare nel suo figliolo una flessione comportamentale dettata da pigrizia e disinteresse. Per questo in famiglia vengono presi provvedimenti, come privazioni sull’utilizzo di cellulari o videogiochi. Ora però, se gli adolescenti della ‘Diotti’ non si daranno una regolata a scuola, correranno il rischio di perdere l’opportunità del viaggio vacanza in primavera.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti