Commenta

Furto al Caffè Royal,
arrestati nordafricani
pregiudicati: già liberi

royal-furto-ev

Nella foto, la vetrata sfondata del Caffè Royal di Casalmaggiore

Con oggetti contundenti hanno spaccato la vetrina del magazzino del Caffè Royal di via Cavour, a Casalmaggiore. Hanno arraffato un dolce e diverse bottiglie di vino e poi si sono allontanati. Ma gli è andata male: due nordafricani residenti in città, A.E.R. classe 1987 marocchino e N.M. del 1985 tunisino, sono stati arrestati in flagranza di reato dai Carabinieri del radiomobile la locale stazione.

Il tentato ‘colpo’ è avvenuto domenica sera, tra le ore 22,30 e le 23. I malviventi, pregiudicati con una sfilza di specifici precedenti, hanno passato la nottata nella camera di sicurezza del comando dell’Arma di via Cavour. Nella giornata di lunedì dovrebbero essere trasportati a Cremona, in tribunale, per il processo per direttissima.

Il danno arrecato all’esercizio è piuttosto ingente per quanto riguarda la vetrata, la cui sostituzione richiederà un’esborso di circa 800 euro. I malviventi hanno rotto la porta vetrata del magazzino, non distante dal bar, non dotata di allarme. In quel locale sono riusciti ad impossessarsi di un pandoro e di diverse bottiglie di spumante (150 euro circa il valore della merce), prima di darsi alla macchia. L’arresto è avvenuto però poco distante dal luogo del reato. Pare addirittura che i due ladri siano stati fermati mentre si trovavano all’interno di un bar dei paraggi, sorseggiando proprio uno degli spumanti sottratti al Caffè Royal. Su di loro pende ora l’accusa di furto in concorso.

AGGIORNAMENTO – Nel processo di direttissima, terminato pochi minuti prima delle 16 presso il Tribunale di Cremona, i due maghrebini difesa dall’avvocato d’ufficio Paolo Zilioli, sono stati condannati dal Giudice Pierpaolo Beluzzi a otto mesi ciascuno di reclusione con sospensione condizionale. Di fatto i due ragazzi sono già in libertà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti