Commenta

Dosolo, spettacolare
intervento per salvare
un pittbull dalle acque del Po

vigilifuoco_ev

Spettacolare intervento sotto il ponte del fiume Po tra Guastalla e Dosolo, che è stato appositamente chiuso per salvare un esemplare di pittbull femmina, strappandolo sia all’acqua che al freddo. L’animale è riuscito a cavarsela da solo durante la notte tra venerdì e sabato, restando aggrappato ad un gruppo di rami e tronchi, che la corrente aveva spostato contro uno dei piloni del ponte (stessa situazione che si verifica, ad ogni piena, anche a Casalmaggiore).

Il cane è rimasto per ore da solo e visibilmente impaurito, mettendo in mostra grande spirito di sopravvivenza. Tuttavia non aveva alcuna via di fuga, se non quella di gettarsi in acqua e provare a nuotare, andando però incontro a morte certa considerando la forza della corrente del Grande Fiume e la sua temperatura non certo mite in questa stagione.

Per questo l’intervento dei Vigili del Fuoco di Viadana è stato provvidenziale: sabato attorno alle 13 gli stessi uomini sono infatti scesi in acqua con una barca, mentre due vigili del Soccorso Alpino e Fluviale si sono calati dal ponte con una imbragatura. Il povero cane (non si sa se sia scappato di casa o se sia stato abbandonato) si trovava su quei tronchi dal tardo pomeriggio di venerdì, avvistato da alcuni passanti del Lido Po di Guastalla, mentre, trascinato dalla corrente e in bilico su un tronco d’albero, andava a sbattere contro le cataste di legna sotto il ponte e lì rimaneva in attesa di aiuto.

Quando il cane è stato sollevato dall’imbragatura, prima è stato sedato con una cerbottana, poi rifocillato da un veterinario e dal canile intercomunale di Novellara con un salsicciotto: nessuno degli automobilisti ha protestato per la chiusura del ponte, anzi tutti hanno accolto l’avvenuto salvataggio con un grande applauso. Il cane non mangiava da alcuni giorni, come è emerso dalla visita del veterinario.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti