Commenta

Viadana, importanti
novità sui parcheggi
e polemiche col gestore

viadana-municipio-ev

A Viadana a Natale non si è tutti più buoni, forse, e il parcheggio, contrariamente al 2012 si pagherà anche nel periodo festivo. Colpa del gestore, spiega però l’amministrazione Penazzi, che rilancia con importanti novità per quanto concerne l’anno nuovo.

“Aderendo alle richieste dei cittadini, dei commercianti, dei residenti del centro che, a causa della crisi economica e sociale hanno visto ridotta la loro capacità di spesa e per contribuire ad alleviare i loro bilanci familiari” si legge nel comunicato spedita nella giornata di lunedì alla stampa “la Giunta comunale di Viadana procederà, con sua deliberazione entro il 31.12.2013, a ridurre di circa la metà le tariffe dei parcometri (sosta nelle linee blu) al valore minimo dei valori concordati con il gestore. Essa ritiene di lanciare un segnale importante per rendere il centro più appetibile e più frequentato.

La tariffa oraria vigente, pari ad €1 all’ora, viene ridotta a € 0,6 e quella della seconda ora ad € 0,5, mentre la tariffa per il primo quarto d’ora viene ridotta da € 0,2 ad € 0,10.

Descrizione Tariffa 2013 Tariffa 2014
Prima ora € 1,00 € 0,60
Seconda ora € 1,00 € 0,50
Quarto d’ora € 0,20 € 0,10

Il gestore, di fronte a questa drastica riduzione delle tariffe decisa dalla Giunta, ha reagito indispettito non confermando, per il periodo natalizio 2013, la sospensione del pagamento dei parcheggi già praticata per lo scorso Natale 2012. Di questo comportamento ci scusiamo con i cittadini. Lo stesso aveva avanzato altre richieste di tipo economico che non sono state ritenute accettabili dalla Amministrazione che, invece, ha preferito una politica di strenua riduzione tariffaria rispetto a piccole concessioni caratterizzate da scarsa valenza economica”.

Il comunicato spiega poi altre novità che riguardano tre zone (e tre parcheggi) specifiche del territorio comunale viadanese. “La Giunta, in funzione della razionalizzazione delle aree di sosta, ha deciso di: 1) Rendere libero – righe bianche  (senza disco orario e e senza pagamento di tariffa) il parcheggio interno del MUVI (43 posti); 2) Rendere a disco orario via L. Grossi partendo dalla intersezione con via Vittorio Veneto (6 posti); 3) Rendere a pagamento (righe blu con tariffa) via Cavallotti (22 posti), la cui sosta ha presentato problematiche ed abusi.

Questo permetterà a tanti cittadini che lavorano nel centro di usufruire di una valida struttura a costo zero, quale quella che si trova all’interno del MUVI e di liberalizzare la sosta in Via Grossi, con disco orario. Le decisioni sopra descritte sono pienamente  rispettose del disciplinare pattuito con il gestore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti