Commenta

Beltrami fa le carte
alla Pomì: “Gennaio
duro, ma saremo pronti”

beltrami-esulta-ev

Da un consuntivo di 2013 a tutto tondo stilato dal Presidente rosa Boselli, al bilancio di colui che è stato chiamato a guidare la Pomì Casalmaggiore nella prima esperienza di A1, Alessandro Beltrami. Ad un terzo del torneo, il tecnico della formazione rosa, fortemente voluto della società quale ‘giovane’ per una squadra ‘giovane’, tira le somme della prima parte di stagione, parla del rendimento della squadra e degli impegni che l’attendono al ritorno sui campi di gioco.

“Archiviamo il primo spezzone di campionato con dodici punti – commenta l’allenatore della Pomì – che visto l’andamento del campionato non sono niente male, soprattutto considerando che nove di questi sono stati ottenuti fuori casa. A dare valore aggiunti al bilancio di questa prima parte di stagione c’è poi il passaggio del turno in Coppa Italia ai danni di Busto. Tutti risultati che definirei più che soddisfacenti considerato che la Pomì è pur sempre una neopromossa, squadra quasi completamente rinnovata rispetto all’ossatura della precedente annata e fra l’altro dall’età media molto bassa”. Rimpianti per alcune gare o per scelte poco felici? “Le scelte che si fanno sono sempre per il bene della squadra, possono andare bene o male, ma questo lo si conosce solo a posteriori. Questo permette di imparare e capire, per andare avanti, si spera, diminuendo le possibilità di errore, e noi da questo punto di vista stiamo imparando molto”.

La squadra ha alternato ottime gare ad altre in tono minore denotando comunque un rendimento più che accettabile, è possibile pensare ad ulteriori margini di miglioramento? “Le ragazze hanno offerto un buon rendimento, i risultati e la classifica sono li a certificarlo. Certo bisogna migliorare, soprattutto imparando ad essere costanti. Abbiamo dovuto cambiare molto in corsa nell’ultimo periodo e questo non ha aiutato l’equilibrio che potevamo già avere in parte, ma di certo dobbiamo e possiamo ancora crescere molto”. Uno sguardo al 2014. “Il periodo di pausa sarà servito proprio per recuperare energie fisiche e mentali e per presentarsi in forma alla ripresa degli allenamenti e al ritorno sui campi di gioco. Sono stati  mesi molto impegnativi, in particolare per alcune atlete che da tempo non potevano agevolare di una pausa rigenerante. Riprenderemo il lavoro da dove l’abbiamo interrotto, provando a rinforzare le nostre basi. Gennaio non sarà un mese semplice, visto le sfide di campionato che ci aspettano, Conegliano e Novara, quindi ci sarà nuovamente la Coppa Italia, ma sapremo farci trovare pronti, lo dobbiamo a noi stessi, alla società e ai nostri tifosi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti