Commenta

Monteverdi “sposa”
Mina: un grande
successo al Comunale

monteverdi-mina_ev

CASALMAGGIORE – Uno spettacolo assolutamente speciale quello offerto sabato sera al pubblico del Teatro Comunale di Casalmaggiore. Un concerto insolito dal titolo, italianizzato, “Da Monteverdi a Mina” che ha proposto una serie di brani tratti dal repertorio del celebre musicista del ‘600 e da quello dell’altrettanto famosa cantante degli anni ’60, entrambi di origini cremonesi.

Il gruppo protagonista “Soqquadro italiano” era formato da quattro elementi: tra questi un cantante, Vincenzo Capezzuto, dalla voce particolare con sfumature e tonalità femminili tali da ricordare lo stile dei madrigali in uso ai tempi di Monteverdi. A rendere ancor più suggestiva l’atmosfera la chitarra barocca suonata da Simone Vallerotonda, il sax di Luciano Orologi, le percussioni e il saltarello di Gabriele Miracle.

Uno spettacolo suggestivo, diretto da Claudio Borgianni, che ha incollato alle poltrone il pubblico prodigo di applausi, al termine dei quali i musicisti hanno dedicato ben tre bis. “Dormite, dormite o mie pupille tra taciti orrori” e “Riposa, riposa alma mia tranquilla e festante” recitavano le strofe di un canto barocco al quale la voce melodiosa e delicata del protagonista aggiungeva le parole di Mina “Mi sei scoppiato dentro al cuore all’improvviso” in un accostamento musicale di straordinario effetto e suggestione. Alla fine, come si diceva, la gente non si staccava dal proprio posto applaudendo instancabilmente il talento dell’originale quartetto.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti