Commenta

Blackout improvviso,
mezza Vicobellignano
finisce al buio

vicobellignano-blackout_ev

Nella foto il Piccolo Paradiso con le sole luci di emergenza e la situazione di visibilità in una strada interna

VICOBELLIGNANO (CASALMAGGIORE) – Un blackout improvviso ha messo in crisi mezza Vicobellignano, frazione di Casalmaggiore, e alcune delle sue attività commerciali. Un problema iniziato attorno alle 18 e terminato un’oretta dopo in alcune zone, ma non ovunque. Poco prima delle 20, infatti, alcuni locali e alcune abitazioni erano ancora al buio. Si annunciano problemi prolungati…

Curiosamente il blackout s’è verificato, in primis, nel quartiere Fiammetta, che fa parte ancora di Casalmaggiore ma costituisce una delle ultime propaggini primi di passare in territorio di Vicobellignano. Questione di pochi minuti, e poi tutto risolto. Molto più complessa la situazione a Vicobellignano, che ha preso lo scomodo testimone dal quartiere casalese.

Inizialmente a finire ko è stato l’intero centro abitato, comprendendo il semaforo che regola l’incrocio di via Dante con la strada provinciale 85, da sempre molto frequentato. Nel giro di una mezzora circa, però, la situazione in questa zona è leggermente migliorata. A restare al buio è stata tutta la zona esterna della frazione, con i lampioni della statale 343 spenti nel tratto compreso tra il Villaggio Coparde e la concessionaria di automobili Chiesa. Meno problemi, invece, nella zona interna della frazione, come dimostra il fatto che il semaforo è stato presto riattivato.

Tornando alle parti della frazione rimaste al buio, particolari problemi sono emersi presso due attività lavorative. Da un lato una lavanderia ha dovuto chiudere poco dopo le ore 18.30, con un’ora di anticipo rispetto al solito e con tante scuse ai clienti per il disagio. Stesso imbarazzo presso la pizzeria Piccolo Paradiso, che proprio a quell’ora stava scaldando i forni per poter servire i clienti, che solitamente arrivano dopo le 19. “Durante l’ultimo blackout almeno abbiamo avuto un avviso precedente al fatto. Stavolta niente, abbiamo solo le luci di emergenza” hanno spiegato i camerieri “e siamo fermi, sperando che si migliori a breve, altrimenti non sappiamo come organizzare la serata”. Una cena a lume di candela, viene da suggerire per sdrammatizzare…

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti