Commenta

Listone con Silla?
Tanti nodi. “Non siamo
una ruota di scorta”

gardani-silla-ev

Nella foto, da sinistra: Carlo Sante Gardani e Claudio Silla

CASALMAGGIORE – “I matrimoni si fanno in due”: parole di Edoardo Borghesi, segretario del circolo Pd di Casalmaggiore che, in sostegno alla ricandidatura dell’attuale sindaco Claudio Silla, ha teso la mano al Listone per una coalizione in vista delle prossime amministrative di giugno. “Ringrazio Borghesi, ha detto l’unica cosa serie che abbia sentito negli ultimi mesi”: risponde Carlo Sante Gardani, capogruppo del Listone in seno al consiglio comunale casalese. Avvicinamento? Non proprio: “Non dimentico gli incontri fatti e le sportellate prese in precedenza. Abbiamo cercato di creare un ponte, ma è successo come a Torre d’Oglio…”: dove, per inciso è bastata una piena del fiume per affondare una parte del manufatto. “Vorremmo capire a fondo questi dietrofront del Pd, che ci lasciano molto incerti”: prosegue Gardani. “Se l’interlocutore si affaccia seriamente e fa proposte concrete su un programma fattibile, ci sta bene. Altrimenti, niente”.

I ‘listoniani’ si dicono “preoccupati per alcune personalità dell’entourage dell’attuale amministrazione comunale”: “Siamo stati tacciati di ambiguità, rispediamo le accuse al mittente perché quello che è stato fatto dal Listone è limpido. Abbiamo incontrato tutti e continueremo a farlo. Non chiudiamo le porte in faccia a nessuno, ma non vogliamo nemmeno essere la ruota di scorta di qualcuno”. Gardani ricorda che “il nostro programma del 2009 era stato messo in ridicolo perché scarno, mentre quello della lista-Silla, di mille pagine, non è stato rispettato anche a causa della crisi che il Listone stesso aveva pronosticato”. “Lamentiamo – continua Gardani – anche il mancato coinvolgimento nelle decisioni del Consiglio, i meriti non riconosciuti, la scarsa umiltà dell’attuale maggioranza nell’accettare critiche costruttive, un’infinità di richieste inevase, il non vivere la quotidianità da parte di chi governa”.

Se la vocazione civica resta un punto in comune tra Listone e lista-Silla, così come precisato dal segretario Pd Borghesi, i punti da chiarire prima di un’eventuale coalizione sembrano ancora tanti, forse troppi. Nelle prossime settimane Gardani ha in agenda alcuni incontri definiti “decisivi”: “Abbiamo già una squadra pronta, che sceglierà il suo capitano – chiosa il capogruppo ‘listoniano -. Se decideremo di giocare con qualcuno o per qualcuno, lo faremo a condizioni precise”.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti