Commenta

Viadana, intercettazioni:
la Lega interroga
il Ministro Cancellieri

cancellieri-guidesi-munerato-ev

Nella foto, a sinistra Guidesi e Munerato, a destra il Ministro Cancellieri

VIADANA – A seguito dell’inchiesta della Girer (gruppo interforze per la ricostruzione dell’Emilia Romagna) e della D.D.A. pubblicate negli ultimi giorni, i parlamentari della Lega Nord, il senatore Emanuela Munerato e l’onorevole Guido Guidesi hanno depositato nelle rispettive Camere due interrogazioni al Ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri al fine “di conoscere quali iniziative intenda adottare il Governo affinché si proceda al più presto all’istituzione di una commissione di accesso per l’amministrazione comunale di Viadana per acquisire dati, documenti e notizie in modo da verificare le eventuali infiltrazioni di tipo mafioso e individuare l’eventuale presenza di collusioni con la criminalità organizzata valutando l’ipotesi di procedere allo scioglimento del consiglio comunale in carica con la conseguente nomina di un commissario che porti il Comune a nuove elezioni in primavera”.

Lo dichiarano il segretario provinciale Lega Nord di Mantova, Cedrik Pasetti e il segretario della sezione locale di Viadana Romano Bellini. “Dalla pubblicazione del dialogo intercettato, nel corso di un’indagine condotta dalla DIA, emerge chiaramente il coinvolgimento di un importante membro della Giunta dell’amministrazione comunale di Viadana in alcune operazioni finalizzate al profitto e al controllo territoriale da parte del clan locale mafioso legato ad importanti famiglie calabresi appartenenti alla ‘ndrangheta mentre tutti i membri della giunta e lo stesso sindaco di Viadana ad oggi, non solo non hanno ancora chiesto ufficialmente all’assessore di rassegnare le proprie dimissioni ma sono intervenuti in sua difesa”.

“Invitiamo – proseguono Pasetti e Bellini – la popolazione viadanese a partecipare al sit-in che si svolgerà in Piazza Matteotti, domani sabato 8 febbraio alle ore 17,00, organizzato dalla Lega Nord di Viadana, alla presenza dei parlamentari Munerato e Guidesi per dare un segnale forte a quelle persone che rivendicano che “Viadana è nostra”, e ricordare che la città è di tutti i viadanesi che vi lavorano e vivono”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti