Commenta

La Bassa Mantovana
nel volume dedicato
alle sinagoghe lombarde

libro-sinagoga_ev

Nella foto la copertina del volume

SABBIONETA – L’Università degli Studi di Milano ha pubblicato, grazie all’editore “Corberi Sapori”, un corposo volume dedicato alle sinagoghe e ai cimiteri ebraici in Lombardia. “Tra cultura diritto e religione, sinagoghe e cimiteri ebraici in Lombardia” è il titolo dell’opera, curata da Stefania Salvi coordinatrice del lavoro di diversi autori, che descrive decine di siti ebraici lombardi dando ampio spazio anche a quelli mantovani: Bozzolo, Mantova, Pomponesco, Revere, Rivarolo Mantovano, Sabbioneta, Sermide, Viadana.

Sabbioneta ha una parte di rilievo: vi sono dedicate una quindicina di pagine, suddivise tra la Sinagoga di via Campi e il cimitero ebraico di via Borgofreddo, entrambi descritti da Marida Brignani. L’autrice di Ostiano delinea la storia della Sinagoga, progettata da Domenico Visioli nel 1824, e descrive i particolari architettonici del tempio costruito modificando sostanzialmente un vecchio stabile di proprietà della famiglia Forti. Inedite sono le vicende della Sinagoga all’inizio del secolo scorso quando, con lo scioglimento della locale Comunità Ebraica, si pose il problema della proprietà e della gestione dell’immobile.

Gli articoli sono arricchiti da foto, rilievi e mappe d’epoca; tra queste anche una pianta del cimitero di Borgofreddo rinvenuta dalla ricercatrice Claudia Bonora nel 2008 nell’Archivio di Stato di Mantova durante la redazione del volume “Il giardino degli ebrei, cimiteri ebraici nel mantovano” nel quale Sinagoga e Cimitero erano stati trattati da Alberto Sarzi Madidini.

Il nuovo libro dell’Università di Milano contribuisce a migliorare la conoscenza di luoghi ed edifici legati alla comunità ebraica locale che per secoli fu pienamente inserita nella storia e nella cultura del nostro territorio contribuendone in modo sostanziale allo sviluppo culturale ed economico. Luoghi che oggi, grazie alla Pro Loco di Sabbioneta, sono facilmente fruibili dai visitatori della Città patrimonio dell’Umanità.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti