Commenta

Rugby Viadana ok
con Reggio: la meta
del bonus arriva al 68′

Jack-Gilding-ev

Nella foto, Jack Gilding

RUGBY VIADANA – RUGBY REGGIO 24-0 (14-0)

Marcatori: p.t.: 7’ m. tec Viadana tr Apperley, 36’ m. Pizarro tr. Apperley; st: 20’ m. Du Plessis;  28’ m. Monfrino.

Rugby Viadana: Robertson; Sintich (30’ st Gennari), Yakopo, Pizarro (cap) (28’st Sanchez), Yakopo; Apperley, Bronzini (30’st Kh Apperley); Du Plessis (27’st Monfrino), Moreschi, Pascu (32’st Minari); Van Jaarsveld, Padrò; ; Gilding (32’ st Greco), Ant. Denti (6’ st Bigi), Cenedese (26’st Ryan). All.: Phillips.

Rugby Reggio: Al. Torlai (37’st Canali); Daupi, Mannato (cap), Koteczky, Castagnoli; Farolini, Bricoli; Bergonzini, F. Scalvi (37’st Delendati), Vaki (14’st Russotto); Mandelli (26’st Torlai), Dell’Acqua (40’st Maccagnani); Fiume (29’st Lanfredi), G. Scalvi, Lanzano (1’ st Goti). All.: Ghini.

arb. Bertelli (Ferrara)
g.d.l. Bono e Gobbi
Cartellini: Pt: 27’ Giallo Cenedese (Viadana) e Coteczky (Reggio), Rosso Bergonzini (Reggio)
Man of the match: Jack Gilding (Viadana)
Calciatori: Apperley 2 su 4 (Rugby Viadana), Farolini 0 su 0 (Rugby Reggio);
Note: campo in ottime condizioni. Spettatori 750 circa.  Punti conquistati in classifica: Rugby Viadana 5; Rugby Reggio 0.

LA PARTITA – Il Rugby Viadana riparte in questo girone di ritorno ottenendo il massimo in termini di punti dalla sfida sul fanalino Reggio Emilia al termine di una prestazione che ha confermato i progressi già mostrati  nelle fasi statiche nell’incontro con Mogliano. Vittoria con bonus che di fatto non cambia nulla in termini di classifica visti i risultati dagli altri campi, eccezion fatta per I Cavalieri che non hanno giocato a Padova. La prestazione della squadra ha mostrato luci ed ombre, queste ultime soprattutto dovute all’eccesso di frenesia a ridosso della linea di meta avversaria. Le battute iniziali vedono il netto dominio del pacchetto di mischia giallonero puntellato a destra dal rientro di Gilding dopo oltre quattro mesi di lontananza dal terreno di gioco, mentre a sinistra Cenedese dà la consueta consistenza. Al 7’ Viadana concretizza proprio con gli otto uomini di mischia che spingono con veemenza dalla linea dei cinque metri avversari tanto da indurre l’arbitro Bertelli a concedere la meta tecnica trasformata dall’ex Keanu Apperley. Viadana spinge ed anche i meccanismi della rimessa laterale sembrano ben oliati, così come nei punti d’incontro. Messa a punto la fase di conquista, i gialloneri cercano varchi nella linea difensiva rossonera che mostra buon agonismo ed organizzazione in gioco aperto. Nel primo quarto di gara, il Viadana staziona con continuità nella metà campo reggiana e per molti minuti nell’area dei ventidue. Gli spazi sono pochi, almeno fino al 27’ quando l’arbitro Bertelli estrae il cartellino giallo per Cenedese ed il reggiano Koteczky ed il cartellino rosso a Bergonzini, numero 8 dei diavoli di Reggio Emilia. Meno di dieci minuti sul cronometro ed i padroni di casa vanno ancora a segno, questa volta con capitan Pizarro che sfrutta una bella trasmissione di Ryan, in campo temporaneamente al posto di Cenedese, marcatura su cui si chiude la prima frazione di gioco con il parziale di 10 a 0. Una prima parte di gara che premia sostanzialmente la maggiore presenza da parte dei ragazzi di coach Phillips nelle fasi statiche, ma che sottolinea troppa precipitazione all’interno dei ventidue emiliani impedendo a Viadana di marcare in almeno due occasioni. Buona la difesa dei rossoneri. Il secondo tempo si apre con una fiammata per parte con Robertson che per poco non schiaccia in meta a seguito di un calcio a scavalcare di Sintich e lo stesso estremo viadanese che si fa stoppare un calcio di liberazione fuori dalla propria ventidue, ma Coteczky si fa recuperare e non riesce a terminare la propria corsa oltre la linea di meta. Al 15’ sfuma un’altra opportunità per il Viadana che parte da una piattaforma molto favorevole, una mischia sui cinque metri, ma questa volta il pack rossonero è efficace e sull’apertura dell’ovale è incisiva la difesa ospite. Situazione di gioco che si ripete una manciata di minuti più tardi, questa volta l’abbrivio è buono e le trasmissioni precise: ovale che va da destra a sinistra dove Du Plessis è pronto per calare il tris dopo molte fasi di gioco. La quarta meta vale il punto di bonus e porta la firma di Mirko Monfrino che, appena entrato in campo, pone il proprio importantissimo sigillo sul match. Ancora una volta la base è una mischia chiusa, la spinta del pack sono le pareti e Monfrino costruisce il tetto dell’architettura giallonera trattenendo l’ovale in mezzo ai piedi con il pacchetto avanzante e piombando sul pallone appena oltre la linea di meta.

ROWLAND PHILLIPS (Head Coach Rugby Viadana): “I motivi per essere soddisfatti oggi provengono principalmente dalla buona gestione delle mischie ordinate e delle touche. Mi è piaciuto molto l’atteggiamento in difesa, bene anche nelle strutture, ma siamo stati troppo frenetici quando si trattava di ottimizzare il lavoro fatto nella ventidue avversaria. Gilding? E’ molto bravo anche in gioco aperto oltre che in mischia e sono soddisfatto per averlo ritrovato in questo stato di forma, ha giocato per oltre un’ora con grande incisività. Ovviamente il risultato positivo (vittoria con bonus, ndr) è l’aspetto più importante”.

Eccellenza – XII giornata – 15.02.14 – ore 15.00
Rugby Viadana v Rugby Reggio  24 – 00  (5-0)
Fiamme Oro Roma v Vea-FemiCZ Rovigo  18 – 33  (0-5)
Unione Rugby Capitolina v Marchiol Mogliano   03 – 43  (0-5)
M-Three San Donà v Cammi Calvisano  03 – 35  (0-5)

Petrarca Padova v Estra I Cavalieri Prato – rinviata a data da destinarsi
Riposa: IMA Lazio 1927.

Classifica:
Vea Femi-Cz Rovigo Delta punti 50; Cammi Calvisano punti 40; Marchiol Mogliano punti 37; Rugby Viadana punti 34; Estra I Cavalieri Prato punti 32; Petrarca Padova punti 23; Fiamme Oro Roma punti 21;  M-Three San Donà  punti 20; Ima Lazio 1927 punti 12; Unione Rugby Capitolina punti 5; Rugby Reggio punti 1.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti