Commenta

Emergenza nutrie,
summit: dalla Provincia
120mila munizioni

pinotti-nutrie-piadena-ev

Nella foto, l’affollato incontro di martedì sera a Piadena

PIADENA – “Le nutrie non si abbattono con le leggi ma con l’impegno e la costanza di tutti”. Questo in sostanza il messaggio lanciato dall’assessore all’Agricoltura e all’Ambiente dell’ente Provincia di Cremona Gianluca Pinotti durante la riunione di martedì sera nella sala civica di Piadena. Qualcuno tra i presenti ha aggiunto che pure gli incentivi economici possono costituire un motivo in più per ottenere risultati nella lotta contro il castorino che sta imperversando anche nelle campagne e nelle golene casalasche. Così come succede nel mantovano, con i cinque euro per ogni cattura. Problemi di disponibilità finanziarie a cui la Provincia di Cremona però ha rimediato ‘regalando’ 120 mila cartucce disponibili per armare i fucili per la battaglia contro le nutrie.

La riunione di Piadena aperta a tutti i sindaci del territorio, da Cremona a Casalmaggiore (un’altra si farà per la zona del cremasco) è servita ad illustrare il Piano di Abbattimento predisposto dall’assessorato provinciale spiegato da Pinotti con a fianco il capo settore Servizio Caccia e Pesca Bianca Paola Vanden Huevel e il vicesindaco di Piadena Gianfranco Cavenaghi. In sostanza, da settembre sino al 31 marzo si potrà agire sia con le gabbie che con i fucili, in regola con le relative licenze, in sinergia tra cacciatori e agricoltori questi ultimi scelti dai sindaci per formare gruppi specifici autorizzati ad agire per l’abbattimento.

Le ordinanze dei sindaci assieme al Piano Provinciale deliberato dovrebbero tutelare i privati da eventuali sanzioni e divieti emanati dai vari Tribunali Amministrativi Regionali, a cui ambientalisti e animalisti si rivolgono per denunciare pratiche di caccia irregolari. Per agevolare la creazione di simili gruppi la Provincia ha predisposto specifici corsi che hanno già formato circa 800 persone. Un esercito che proverà a sradicare il fenomeno in maniera imponente. “A patto che vi sia la piena collaborazione dei sindaci”, così come ribadito in conclusione dall’assessore Pinotti.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti