Commenta

Argine tra San Matteo
e Cizzolo, il comune
rinforza strade alternative

argine-sanmatteo_ev

Nella foto il tratto di argine dissestato e disastrato

SAN MATTEO DELLE CHIAVICHE (VIADANA) – Si è reso necessario un intervento urgente a causa dei problemi emersi lungo la strada provinciale 57, e per la precisione sul tratto di argine disastrato che collega San Matteo delle Chiaviche, frazione di Viadana, a Cizzolo, frazione di Dosolo. Un intervento in anticipo sui tempi previsti del quale si farà carico proprio il comune di Viadana, che ha già avvisato delle proprie intenzioni la Provincia di Mantova e che riguarda via Terzone e via Fossola, tratti di strada alternativi all’argine che saranno dunque rafforzati.

Tutto questo in attesa dei lavori veri e propri, per così dire, che dovranno partire nei prossimi mesi, come stipulato nell’incontro tenutosi proprio a San Matteo tra comune, Provincia e Aipo, che hanno firmato un accordo per lo stanziamento di 2 milioni di euro per la sistemazione dell’argine e l’allargamento del tratto stradale al di sopra di esso. In particolare il comune di Viadana dovrà intervenire per sistemare alcune strade comunali che potranno essere sfruttate dai mezzi di passaggio come alternativa alla strada arginale, chiusa fino a nuovo ordine. Si procederà dunque a una nuova segnaletica verticale e orizzontale e il comune avrebbe già valutato con la ditta appaltatrice dei lavori di manutenzione sia la posa dei delineatori di curva, sia i segnali maggiorati di divieto di transito ai mezzi con massa superiore a 75 quintali.

Ma gli interventi sono anche altri: sarà consolidata la scarpata di via Fossola sul lato del canale gestito dal Consorzio di Bonificio Navarolo nei tratti più critici e soggetti a smottamenti; verrà asfaltata per 600 metri circa via Terzone, che presenta dissesti e cavillature, come si legge nel documento firmato dall’assessore ai Lavori Pubblici Adriano Saccani e dal sindaco Giorgio Penazzi; verranno posate barriere stradali di sicurezza, per scongiurare la possibilità che i veicoli in marcia possano cadere nelle acque del Canale Fossola in caso di incidenti (una sorta di piccolo guard rail).

Il comune in tal senso si rivolge alla Provincia di Mantova per chiedere di contribuire alla spesa di riasfaltatura di via Terzone e di cedere gratuitamente i tratti di barriere stradali di sicurezza posati in sommità arginale: queste barriere saranno infatti tolte, per favorire i lavori, dalla strada provinciale 57, il famigerato tratto di argine che tante crepe, negli anni, ha letteralmente mostrato e potrebbero essere riciclate, senza spese, proprio su via Terzone e via Fossola.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti