Commenta

Fondazione Mazzolari,
don Bruno Bignami
ancora presidente

bignami-mazzolari_ev

Nella foto don Primo Mazzolari e nel riquadro don Bruno Bignami (testo e foto tratti dal sito della Diocesi di Cremona)

BOZZOLO – Il Consiglio di amministrazione della Fondazione Mazzolari di Bozzolo, che si è riunito nella mattinata di sabato 1° marzo, ha confermato presidente per il prossimo triennio don Bruno Bignami, 44 anni, parroco di Picenengo e insegnante di teologia morale. Riconfermato anche il vicepresidente don Gianni Macalli, parroco del paese mantovano. Novità, invece, tra i membri del Consiglio: esce Giancarlo Ghidorsi che rimane comunque prezioso segretario della Fondazione e Massimiliano Galli, in quanto prossimo candidato sindaco a Rivarolo Mantovano. Entra Giuseppe Valentini (indicato dal consiglio pastorale di Bozzolo), mentre restano Massimo Passi (pronipote di don Primo), Sergio Cagossi (indicato dal consiglio pastorale di Cicognara), Ruggero Ruggeri (nominato dal vescovo di Mantova, mons. Roberto Busti), Carlo Bettoni e Marisa Rosa. Revisore dei conti confermato Giovanni Soresini, mentre il consiglio esecutivo sarà composto da don Bignami, don Macalli, Cagossi, Valentini e Bettoni. Riconfermati anche: il collegio dei probiviri con Rino Frizzelli, Nelso Puglia e Nello Calani e il comitato scientifico con Giorgio Vecchio (presidente), Giorgio Campanini, Mario Gnocchi, Maurilio Guasco, Mariangelo Maraviglia, Marta Margotti e Paolo Trionfini.

«Siamo molto contenti del lavoro che abbiamo svolto in questi ultimi tre anni – spiega don Bignami subito la riconferma -. Ci siamo impegnati in modo particolare nella promozione dei convegni annuali: tra i più significativi ricordo quello di Verolanuova del 2012 sull’idea di ministero sacerdotale di don Primo nel 100° anniversario della sua ordinazione. Poi un fronte importante è stata la formazione delle coscienze con incontri ad hoc sul territorio, così come la riedizione critica delle opere di Mazzolari, l’ultima è “Della Fede” curata da Mariangela Maraviglia per i Dehoniani. Da ricordare poi la preparazione di tutti i documenti per l’avvio dell’iter di beatificazione: un lavoro davvero immane».

Altrettanto impegnativi sono i progetti per il prossimo triennio: «Continueremo – precisa don Bignami – a rieditare le opere del parroco di Bozzolo con un nuovo apparato critico e a promuovere i convegni di studio. Il prossimo sarà il 5 aprile a Crema e riguarderà il rapporto tra don Mazzolari e la liturgia: tra i relatori segnalo solo mons. Angelo Lameri, del clero cremasco, collaboratore dell’ufficio liturgico della CEI e consultore dell’Ufficio delle celebrazioni liturgiche del Sommo Pontefice. Nell’aprile 2015, a cento anni dell’entrata dell’Italia nel primo conflitto mondiale e dell’invio al fronte di don Mazzolari come cappellano militare, ci sarà un grande convegno a Mantova sul tema della pace: relatore d’eccezione sarà il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio per la Cultura. È ormai certo che il porporato farà anche una visita a Bozzolo».

Infine nei prossimi giorni uscirà la nuova biografia “Don Primo Mazzolari. Parroco d’Italia” (edizioni EDB) scritta proprio da don Bruno Bignami. Già programmata la presentazione ufficiale: sarà sabato 5 aprile, alle 17, alla Libreria Paoline di Cremona. In quell’occasione sarà presente anche il vescovo Lafranconi.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti