Commenta

Vicini troppo… vicini:
denunce e timori
d’accerchiamento

cicognara-vicini-ev

Nella foto, la via al centro delle polemiche

CICOGNARA (VIADANA) – Medici, avvocati e appartenenti alle Forze dell’Ordine. Ci sono un po’ tutte le categorie professionali rappresentati in questa controversia che coinvolge una ventina di famiglie in via Sant’Antonio a Cicognara, frazione di Viadana. Una piccola strada trasformata in una mini-isola pedonale dove le villette sono così attaccate una all’altra che gli occhi dei residenti possono spingersi gli uni nel giardino degli altri. Probabilmente qualcuno ha approfittato in modo esagerato di questa situazione andando a segnalare agli organi competenti alcune irregolarità di tipo urbanistico che la Polizia locale ha provveduto a rilevare e a denunciare, trattandosi di area sotto vincolo paesaggistico. Pavimentazioni non conformi, gazebo e casette in legno che un po’ alla volta ciascuno ha provveduto a togliere. Solo che la denuncia agli organi competenti, fatta da un residente che svolge la professione di medico al Pronto Soccorso dell’ospedale Oglio Po, ha scatenato un autentico subbuglio nella piccola strada.

Il dottore in sostanza ritiene di essere entrato nel mirino dei vicini che lo bersaglierebbero con volantini denigratori. Gli altri abitanti della strada, tra cui un avvocato che ha autografato una lettera inviata alla stampa, negano di essersi mai presi la briga di una simile iniziativa che tuttavia si è manifestata arrivando addirittura alla rottura del parabrezza di un’auto e altri dispetti simili. In sostanza gli abitanti delle case al centro della controversia chiedono di sgombrare il campo da sospetti e illazioni per allontanare dai pensieri del medico il timore di essere diventato il bersaglio di qualcuno. La lettera dell’avvocato-residente alla fine sottolinea che la coscienza civica è un’altra cosa e che non ci si deve nascondere dietro la maschera dei paladini della giustizia per ripicca o per rivalsa nei confronti di un vicino col quale in passato vi possono esser estati screzi o diverbi.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti